Caso Gregoretti, Pm Catania chiede non luogo a procedere per Salvini

"Perché il fatto non sussiste"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Non luogo a procedere “perché il fatto non sussiste“. È la richiesta avanzata dal pm Andrea Bonomo nei confronti del senatore della Lega Matteo Salvini per il processo sui ritardi nello sbarco dei migranti dal nave Gregoretti, che risale al periodo in cui il leader del Carroccio era alla guida del ministero dell’Interno. La richiesta è stata formulata nel corso dell’udienza preliminare che si è svolta nell’aula bunker del carcere Bicocca di Catania.

LEGGI ANCHE: Salvini e Conte ‘a confronto’ sul caso Gregoretti

Salvini: “Su Gregoretti Toninelli non ricorda”. L’ex ministro: “Falso”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»