Sip: “In quarantena il rapporto genitori figli è una scoperta”

L'intervento del presidente Alberto Villani a 'Diario di casa'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “La forzata coabitazione tra genitori e figli, in questo periodo di quarantena, si sta rivelando in molti casi una splendida scoperta, c’è il piacere di stare insieme. Spesso si scopre che il papà è bravo a cucinare e che mamma se la cava bene con il telefonino. Questo instaura tutta una serie di meccanismi virtuosi nel rapporto, che hanno ripercussioni positive anche in altre situazioni”. Lo dichiara Alberto Villani, presidente della Societa’ italiana di pediatria(Sip), che su Rai 1, al programma ‘Diario di casa’, spiega anche il valore della condivisione.

“Stare insieme è sicuramente un aspetto molto positivo. E’ utile anche vedere, con genitori e nonni, programmi televisivi come questo, per avere delle esperienze comuni. Queste ultime cementificano il rapporto, lo strutturano bene e danno anche argomenti di conversazione. In questa emergenza- conclude- ci sono degli aspetti positivi e importante sarà mantenerli anche dopo”.

La Sip offre il suo contributo specialistico all’interno dello sportello clinico ‘IdO con voi’, promosso dall’Istituto di Ortofonologia nell’ambito della task force del Miur di aiuto e sostegno a docenti, genitori e studenti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»