Continua la lotta contro Amazon: in arrivo 200 ricorsi

BOLOGNA - Centinaia di ricorsi stanno per arrivare, o sono già arrivati, ai Tribunali di Milano e Piacenza da parte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Centinaia di ricorsi stanno per arrivare, o sono già arrivati, ai Tribunali di Milano e Piacenza da parte dei lavoratori interinali che stanno aspettando, dal dicembre del 2017, risposte da parte di Amazon Italia. Il caso è sempre quello dei lavoratori somministrati in esubero scoperti nella sede del colosso dell’e-commerce di Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza, dopo un controllo dell’Ispettorato del lavoro nazionale, a dicembre del 2017.

LEGGI ANCHE: 

Amazon, l’azienda sarà costretta ad assumere 1.300 interinali

Amazon taglia i precari da riassumere, il governo invia gli ispettori

Nel periodo tra luglio e dicembre 2017 e soprattutto in occasione del Black Friday, Amazon che aveva bisogno di forza lavoro, ha somministrato, stando ai numeri del Ispettorato, 1.308 contratti interinali poi diventati 1.951 dopo alcuni mesi, 864 in più rispetto ai 444 ammessi dalla legge, considerati i numeri dell’azienda a Piacenza.

Amazon dovrà assumere a tempo indeterminato questi lavoratori”, era la sanzione decisa dall’Ispettorato del lavoro nei confronti dell’azienda. Dopo un anno però, ancora nessuno è stato assunto e l’azienda non solo ha fatto ricorso contro il provvedimento, ma ha anche fatto sapere che non ne risponderà “finchè il Tribunale non si esprimerà in merito”, spiegava quasi un mese fa alla ‘Dire’, Pino De Rosa, dell’Ugl terziario.

LEGGI ANCHE:

Amazon, Ugl: “Inizi ad assumere i 1951 o partono le cause”

Intanto, secondo le stime dei legali, rimane sempre meno tempo per presentare ricorso. La scadenza è fissata al 15 febbraio. Per questo, i sindacati di categoria Cgil, Cisl, Uil e Ugl che stanno seguendo il caso aiutano nelle pratiche i lavoratori interessati a far valere i loro diritti. Uiltucs ha pronti 80 ricorsi, Filcams-Cgil 65, Ugl terziario “tra i 50 e i 100” e Fisascat-Cisl circa 70.

di Sara Forni

LEGGI ANCHE:

Amazon. Gli ispettori del lavoro non mollano la presa, i sindacati neppure

Amazon, accordo storico a Piacenza: via obbligo turni notturni

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»