Zuccatelli nuovo commissario in Calabria. In un video diceva: “15 minuti di lingua in bocca per prendere virus”

Nella notte il Consiglio dei ministri ha nominato Giuseppe Zuccatelli commissario straordinario per la sanità in Calabria, dopo la 'cacciata' di Cotticelli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Per “beccarsi” il virus bisogna baciare una persona “con la lingua in bocca per almeno 15 minuti. Altrimenti non te lo becchi il virus”. È il parere, si spera provocatorio, del neo commissario alla sanità calabrese Giuseppe Zuccatelli, nominato ieri sera in corsa al posto di Saverio Cotticelli dopo la sua indecorosa uscita di scena.

LEGGI ANCHE: “Ah sì, il piano Covid dovevo farlo io?”: scoppia il caso Cotticelli. E Conte (dopo il rinnovo) lo ‘caccia’

Il video in questione è pubblicato sulla pagina facebook del senatore Marco Siclari.  “Ve lo dico in inglese stretto: le mascherine non servono a un cazzo. Serve la distanza”, aggiunge Zuccatelli. Siclari, nel commento al video, non si dice convinto: “Sono stato il primo in Italia, il 31 gennaio 2020, in aula parlamentare a dire al ministro della Salute che occorreva utilizzare le mascherine prima che arrivasse il virus in Italia, per prevenire l’esplosione della Pandemia. Come potrà convincermi il nuovo commissario della sanità della regione Calabria, dott. Zuccatelli, appena nominato da Conte, che le mascherine non servono ad un c……?”, si chiede Siclari.

LA NOMINA IERI SERA

La nomina di Zuccatelli è avvenuta ieri sera, in una riunione del Consiglio dei ministri cominciata alle 22.05 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. La scelta del nuovo commissario è avvenuta su proposta del ministro dell’Economia e delle finanze Roberto Gualtieri, di concerto con il ministro della Salute Roberto Speranza. Alla riunione ha partecipato il sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.

Giuseppe Zuccatelli è stato nominato commissario ad acta per l’attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario della Regione Calabria. È incaricato di relazionare, con cadenza semestrale, al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri affiancanti in merito all’attività svolta, ferme restando le verifiche trimestrali e annuali previste dalla normativa vigente. Il Consiglio dei ministri è terminato alle 22.35.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

8 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»