Coronavirus, Irlanda anticipa: concerti possibili già ad agosto. Pronto un piano in 5 fasi

Il 10 agosto potrebbero ripartire gli eventi dal vivo, compresi festival e concerti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una tabella di marcia che potrebbe portare alla riapertura dal 10 agosto, compresi festival e concerti dal vivo. Buone notizie per gli amanti della musica, in questo caso irlandesi. Il governo ha infatti pubblicato una tabella di marcia fatta di cinque fasi con altrettante scadenze: 18 maggio (fase 1), 8 giugno (fase 2), 29 giugno (fase 3), 20 luglio (fase 4), 10 agosto (fase 5).

La riapertura degli eventi dipenderà dal rispetto di “restrizioni numeriche, sia interne che esterne”, secondo il piano di uscita, a proposito dei luoghi dove avvengono gli eventi. Presumibilmente, considerando quanto annunciato già nel recente passato, non saranno consentiti eventi con una capienza superiore alle 5mila unità.

Il piano irlandese prevede il rispetto del distanziamento sociale, che significa rispetto di due metri di distanza tra le persone. E infatti nella quinta fase dovrebbero riaprire pub e discoteche “dove è possibile rispettare le distanze sociali e le pulizie rigorose”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»