FOTO | A Cortina ecco la nuova cabinovia di Tofana: domenica salite gratis

Rinnovata la storica funiva Tofana-Freccia nel Cielo: ha 47 moderne cabine e trasporta 1.800 persone all’ora
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cortina è pronta a festeggiare il rinnovamento della storica funivia Tofana-Freccia nel Cielo: domenica prossima, con l’open day “The future is now”, si saluta l’esordio del nuovo impianto del panorama ampezzano. Per l’occasione, il tratto che dalla stazione di partenza conduce a Col Druscié (1.778 metri) sarà accessibile gratuitamente e permetterà di sciare sui tracciati Col Druscié A e B. La stagione invernale 2019-2020 dunque sfoggia un cambio di look per lo storico complesso funiviario Tofana-Freccia nel Cielo, sostituendo il vecchio impianto del primo troncone con una nuova e moderna cabinovia: collega la stazione a valle con quella di Col Druscié conta 47 moderne cabine che trasportano 1.800 persone all’ora, diminuisce i tempi di attesa e assicura alti standard in termini di qualità, comfort e tecnologia.

PER L’OCCASIONE UNA GIORNATA FREE ENTRY

Dopo il viaggio inaugurale su invito di sabato 11 gennaio, che ufficializza l’apertura davanti alle autorità, Tofana-Freccia nel Cielo dà il suo benvenuto anche alla comunità di sciatori, sportivi e appassionati della montagna organizzando la giornata free entry: ci si imbarca gratis sul primo tratto per andare a sciare lungo la pista nera Col Druscié A, una delle più tecniche delle Dolomiti e recentemente ampliata a 100 metri, e Col Druscié B, una pista blu ampia e adatta a tutte le tipologie di sciatori.

Da Col Drusciè, acquistando lo skipass o il biglietto di salita per le altre tratte disponibili, sarà possibile raggiungere anche Ra Valles (2.470 metri) e Cima Tofana di Mezzo (3.244 metri). Per chi partecipa con l’apposito coupon o registrandosi sul sito, c’è un gadget personalizzato da ritirare alla stazione di partenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»