Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Guantanamo riprende il processo sull’11 settembre

torri-gemelle
Sul banco degli imputati Khaled Cheikh Mohammed, Ammar al-Baluchi, Walid bin Attash, Ramzi bin al-Shibh e Mustafa al Hawsawi, ritenuti gli ideatori degli attentati di venti anni fa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Riprende a Guantanamo, nel campo di prigionia statunitense a Cuba, il processo sui presunti ideatori degli attentati dell’11 settembre. Khaled Cheikh Mohammed, Ammar al-Baluchi, Walid bin Attash, Ramzi bin al-Shibh e Mustafa al Hawsawi verranno giudicati, a partire da domani, da un tribunale militare d’eccezione. Rischiano la condanna alla pena di morte.

In prigione da 15 anni, i cinque accusati non compaiono davanti alla giustizia dal 2019. La pandemia di Covid-19 ha infatti interrotto il processo. La difesa mira a invalidare le prove avanzate dall’accusa, facendo appello agli atti di tortura che avrebbero subito gli accusati dal 2002 al 2006 nelle prigioni segrete della Cia. Il processo verrà condotto dal colonnello Matthew McCall, un nuovo magistrato militare, l’ottavo a occuparsi del caso. Secondo gli avvocati della difesa, ci vorranno ancora mesi prima che il processo entri nella fase decisiva.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»