Il decreto sicurezza bis è legge. Salvini ringrazia “la vergine Maria”, Zingaretti: “M5S schiavi”

Alla maggioranza bastano 160 voti: ok al decreto sicurezza bis nonostante le defezioni nel M5S, Zingaretti all'attacco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il decreto sicurezza bis e’ legge. Il Senato ha approvato la conversione in legge del decreto su cui il governo ha posto la fiducia con 160 voti favorevoli, 57 i voti contrari e 21 gli astenuti. 289 i presenti, 238 i votanti.

Cinque i dissidenti M5s che sono risultati assenti al voto: Virginia La Mura, Matteo Mantero, Michela Montevecchi, Elena Fattori, Lello Ciampolillo. Anche la senatrice Bogo Deledda non ha preso parte alle votazioni, essendo pero’ malata da tempo.

Con 238 votanti e 21 astenuti, il quorum della votazione e’ sceso a 109 voti. Oltre ai Cinque M5s dissidenti, assenti al voto anche una parte del gruppo di Forza Italia (tra i quali Ghedini, Giammanco, Lonardo, Rossi), i senatori a vita Monti, Napolitano, Rubbia, Segre, Cattaneo e alcuni dem, tra i quali Matteo Renzi.

SALVINI: REGALO AL MONDO NEL COMPLEANNO DELLA VERGINE MARIA

“Il 5 agosto e’ una giornata troppo bella per rovinarla con altri pensieri. E’ una bella giornata a prescindere dai numeri e mi piace che cada il 5 agosto che per chi e’ stato a Medjugorie rappresenta il compleanno della Vergine Maria. Sono convinto che sia un bel regalo all’Italia e anche al resto del mondo”. Cosi’ il vicepremier Matteo Salvini risponde al Senato a chi gli chiede se rappresneterebbe un problema l’approvazione del dl sicurezza bis senza la maggioranza numerica a Palazzo Madama.

ZINGARETTI: ITALIA INSICURA, SALVINI CAMPA GRAZIE A SCHIAVI M5S

“Il decreto Salvini e’ passato, l’Italia e’ piu’ insicura. Grazie agli schiavi 5 stelle la situazione nelle citta’ e nei quartieri rimarra’ la stessa, anzi peggiorera’. Avevamo chiesto il contratto per i lavoratori delle forze dell’ordine, presidi nei quartieri a rischio, rilancio e risorse dei patti della sicurezza con i sindaci, investimenti per il recupero delle periferie. Ma niente. Di tutto questo non c’e’ nulla, cosi’ come non c’e’ nulla sulla lotta alle mafie, nemmeno l’ombra. Il crimine ringrazia, le persone sono sempre sole e le paure aumentano. Salvini ci campa”. Lo scrive in una nota il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»