L’Arena di Verona vuole 6.000 spettatori e tutti a casa alle 24

Questa la richiesta avanzata al Governo dal sindaco di Verona e presidente della Fondazione Arena Federico Sboarina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Estendere la capienza dell’Arena di Verona a 6.000 spettatori, consentendo agli spettacoli di proseguire fino alle 24. Questa la richiesta avanzata al Governo dal sindaco di Verona e presidente della Fondazione Arena Federico Sboarina, e l’amministratore delegato della società Arena di Verona srl e direttore artistico per i concerti e gli eventi televisivi Gianmarco Mazzi.

“È una richiesta assolutamente in linea con la garanzia e tutela della sicurezza degli spettatori e la appoggio totalmente. In questo modo ridiamo ossigeno e vita all’Arena
di Verona”, commenta l’assessore regionale alla Cultura Cristiano Corazzari. “Si tratta di una strada sostenibile e percorribile che permette di strappare l’Arena da morte certa senza mettere a rischio la salute degli ospiti“, continua Corazzari. “Aprendo le porte a più persone e aumentando la fascia oraria degli spettacoli, inoltre, l’Arena diventerà un importante simbolo di rinascita per la città di Verona, fornendo peraltro un importante impulso al settore turistico”.

La richiesta di Sboarina e Mazzi è che i nuovi limiti per capienza e orari siano validi già dal concerto tributo a Ennio Morricone della band Il Volo previsto il prossimo 5 giugno, che sarà trasmesso “in Italia e negli Stati Uniti” e potrebbe quindi “diffondere all’estero un’immagine incoraggiante del nostro Paese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»