David di Donatello, a Franca Valeri il premio Speciale 2020

L'appuntamento con la cerimonia di premiazione è per l'8 maggio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Franca Valeri ricevera’ il David Speciale 2020 in occasione della 65esima edizione dei Premi David di Donatello. A dare l’annuncio e’ stata Piera Detassis, presidente e direttore artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, in accordo con il Consiglio direttivo composto da Francesco Rutelli, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Edoardo De Angelis, Domenico Dinoia, Giancarlo Leone, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Francesco Ranieri Martinotti. Il riconoscimento sara’ assegnato venerdi’ 8 maggio durante la cerimonia di premiazione, trasmessa in diretta alle ore 21.25 su Rai Uno e condotta da Carlo Conti. “Franca Valeri e’ un’icona dello spettacolo e della cultura italiana, tra radio e cinema, teatro e tv, finora mai candidata o premiata al David, eppure, con un lampo unico di creativita’, e’ stata proprio lei ad aver letteralmente rivoluzionato la comicita’ e l’immagine femminile dal secondo dopoguerra con l’invenzione di personaggi simbolo come ‘La Signorina Snob’, la ‘sora Cecioni’, ‘Cesira la manicure'”, ha detto Detassis.

LEGGI ANCHE: David di Donatello, Il traditore si aggiudica 18 nomination

L’ironia scorrettissima, il tratto rapido, il soprassalto linguistico e surreale sono i suoi strumenti per raccontare le tante identita’ femminili in mutazione. Autrice di diversi libri- ha continuato la presidente- tra questi ‘Il diario della signorina Snob’, ‘Le donne’ e il piu’ recente ‘Il secolo della noia’, vera protagonista e mai solo caratterista, come talvolta descritta dalle biografie, e’ stata anche sceneggiatrice di alcuni grandi film come ‘Il segno di Venere’, ‘Parigi o cara’ e ‘Leoni al sole'”.

Quella di Franca Valeri e’ stata una carriera piena di successi e di ruoli indimenticabili iniziata alla fine degli Anni 40. “Ha debuttato con Alberto Lattuada e Federico Fellini e lavorato con alcuni dei maggiori registi italiani, tra questi Mario Monicelli, Dino Risi, Steno, Vittorio Caprioli e Luciano Salce, spesso in coppia con Alberto Sordi, interpretando una rosa di personaggi memorabili, fra cui spiccano la Cesira de ‘Il Segno di Venere’, Poppy in ‘Toto’ a colori’, la signora De Ritis in ‘Un eroe dei nostri tempi’, Lady Eva in ‘Piccola posta’ e, sopra ogni altro, Elvira la protagonista de ‘Il vedovo’ che distilla l’immortale battuta ‘cretinetti'”, ha aggiunto Detassis, che poi ha concluso: “Alla sua visionaria intelligenza, patrimonio del nostro paese, siamo felici di assegnare il David Speciale del 65esima anniversario. Grazie Signora Valeri”. Tra i premi gia’ assegnati ci sono: il David dello Spettatore a ‘Il primo Natale’ di Ficarra e Picone, il premio al Miglior film straniero a ‘Parasite’ di Bong Joon Ho e quello al Miglior cortometraggio a ‘Inverno’ di Giulio Mastromauro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

5 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»