Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Studenti occupano l’Accademia di Belle arti a Reggio Calabria: “Subito un nuovo direttore”

accademia belle arti-min
Al ministero dell'Istruzione chiedono di intervenire, prendersi le sue responsabilità e mandare un commissario che risolva la situazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Chiediamo che il ministero faccia luce su questa situazione, il nostro obiettivo è quello di arrivare ai piani alti, il ministero dell’Istruzione deve intervenire, prendersi le sue responsabilità e mandare un commissario che risolva questa situazione. Occorre che ci sia stabilità alla direzione che deve far partire le attività di didattica e tutto quello che concerne uno sviluppo e tutta la vita accademica degli studenti. Non possiamo più rimanere bloccati per tre anni, è una situazione insostenibile”. Così alla Dire la rappresentate della Consulta degli studenti dell’Accademia di Belle arti di Reggio Calabria, Michela Franco, nel corso dell’assemblea che ha portato da stamane all’occupazione dell’Accademia. Gli studenti, che chiedono che venga risolta la questione relativa all’elezione del nuovo direttore che si protrae da anni, hanno incontrato stamane la presidente Francesca Maria Morabito. Una testimonianza di vicinanza istituzionale è arrivata anche dall’assessora all’Università del Comune di Reggio Calabria Rosanna Scopelliti, presente nel corso dell’assemblea.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»