NEWS:

Benefici alle vittime del terrorismo, c’è la nuova proposta di legge

Il provvedimemnto è sottoscritto da tutti i gruppi parlamentari: "È l'occasione per dimostrare che le istituzioni sono, senza ambiguità, dalla parte delle vittime del terrorismo", dice il dem Andrea De Maria, primo firmatario insieme a Marco Lisei (Fdi)

Pubblicato:03-08-2023 18:16
Ultimo aggiornamento:04-08-2023 08:21

2 agosto 2023 bologna
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

BOLOGNA – È stata depositata alla Camera ed al Senato la proposta di legge “Modifiche alla legge 3 agosto 2004, n. 206 e altre disposizioni in materia di benefìci in favore delle vittime del terrorismo. La proposta di legge trae la propria origine dal testo base adottato nella scorsa Legislatura, dalla Commissione Affari costituzionali della Camera dei deputati, al fine di recepire gli spunti emersi nel corso delle audizioni, dei lavori in Commissione, degli ulteriori approfondimenti interni nonché gli sviluppi più recenti della giurisprudenza anche della Suprema Corte di Cassazione in materia.

È un provvedimento sottoscritto da tutti i gruppi parlamentari, per migliorare l’efficacia della normativa vigente in materia di benefici in favore delle vittime di terrorismo, in particolare per la mancata attuazione di parte della legge 3 agosto 2004, n. 206, e porre fine ai numerosi contenziosi giudiziari delle vittime ed aventi quali controparte lo Stato. La proposta di legge recepisce le istanze dell’Associazione italiana vittime del terrorismo (Presidente Roberto Della Rocca) e dell’ Unione familiari vittime per stragi (Presidente Paolo Bolognesi) con cui è stato condiviso il testo della proposta di legge. I primi firmatari sono Andrea De Maria (PD) alla Camera e Marco Lisei (Fdi) al Senato.

“Con questa proposta di legge, trasversale a tutti i gruppi parlamentari, si possono– sottolinea De Maria- riconoscere finalmente i diritti delle vittime del terrorismo e dei loro familiari. È l’occasione per dimostrare che le istituzioni sono, senza ambiguità, dalla parte delle vittime del terrorismo”.
“È un testo che raccoglie il lavoro fatto nella passata legislatura e che trova l’apprezzamento delle associazioni, con le quali abbiamo collaborato per redigerlo, oltre che di tutti i gruppi. Auspico rappresenti un segnale anche di unità anche per il futuro perché le vittime del terrorismo meritano una tutela che superi le polemiche”, spiega il senatore di FdI, Marco Lisei.


ASSOCIAZIONI VITTIME: “BENE PROPOSTA LEGGE, ORA SIA RAPIDA”

“Finalmente”. Così le associazioni dei familiari delle vittime del terrorismo e delle stragi commentano l’approdo alla Camera e al Senato della proposta di legge che dovrebbe portare a compimento la norma del 2004 sui benefici in favore di chi è stato ucciso o ferito negli attentati di matrice terroristica. Una proposta di legge bipartisan, depositata alla Camera e al Senato, firmata dal senatore Fdi Marco Lisei e dal deputato Pd Andrea De Maria, “con adesioni trasversali di parlamentari di tutte le forze politiche”.
Il testo è stato promosso e condiviso dall’Associazione italiana vittime del terrorismo e dall’Unione familiari vittime per stragi. Soddisfatti i due presidenti, Roberto Della Rocca e Paolo Bolognesi, che ora auspicano “un pronto esito positivo dell’iniziativa e ringraziano sentitamente i due primi firmatari della proposta di legge, Lisei e De Maria”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy