Esplosioni dal cratere dello Stromboli, incendi e paura. Morto un escursionista

Una serie di esplosioni di è verificata dal cratere: i lapilli hanno provocato incendi nell'isola. Paura tra residenti e turisti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Violente esplosioni in serie e colate di lava si sono verificate dal cratere del vulcano Stromboli oggi alle 16.45. Una grande nuvola nera ha ricoperto il vulcano dell’isola delle Eolie. I lapilli sono stati proiettati intorno e hanno provocato incendi nei canneti e in altre zone dell’isola. I Vigili del fuoco sono al lavoro anche con i Canadair ma la presenza del denso fumo ostacola le operazioni.

Stando a quanto riferito dal comandante dei Vigili del fuoco di Messina, a causa delle esplosioni è morto un escursionista di Milazzo, il 34enne Massimo Imbesi. Un altro è rimasto ferito. Si trovavano sul versante dello Stromboli in eruzione, a Punta Corvi. 

Grande paura sull’isola di Ginostra tra residenti e turisti. In particolare tra alcuni turisti si è scatenato il panico, pare che alcuni per paura si siano gettati in mare. Si è poi scatenato la corsa verso il porto per prendere l’aliscafo per abbandonare immediatamente l’isola. Un primo aliscafo della Liberty Lines è partito con 30 persone a bordo.

“Sono in contatto con il capo della Protezione civile regionale, che si è subito attivata, e costantemente aggiornato della situazione sull’isola”, afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a seguito della forti esplosioni verificatesi nel pomeriggio.

L’istituto di Vulcanologia e geofisica di Catania parla di una delle maggiori esplosioni registrate nello Stromboli.

 

(Le foto sono tratte da Twitter)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»