Scuola, anche a Bologna ci sarà un saluto per i bimbi che finiscono un ciclo

Saluti nei giardini a piccoli gruppi. E per gli alunni più grandini di elementari e medie partono attività nei teatri e altri luoghi della cultura: al via prenotazioni per classe
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Gli alunni delle scuole di Bologna avranno la loro ‘festa’ di fine anno. Per i più piccoli è previsto un momento di passaggio organizzato nei giardini dei propri istituti, mentre per i più grandi da domani sarà possibile ‘prenotare’ la partecipazione alle iniziative che il Comune sta programmando nei teatri e negli spazi culturali della città. Il tutto, in linea con i protocolli di sicurezza anti-covid.

GIARDINI DELLE SCUOLE PER I PIU’ PICCOLI

Se l’evoluzione dell’epidemia lo consentirà, spiega il Comune, i bambini che frequentano l’ultimo anno dei nidi e delle materne potranno vivere “per piccoli gruppi” un momento di passaggio al grado di scuola superiore, insieme a insegnanti ed educatrici, all’interno dei giardini delle rispettive scuole e alla presenza dei genitori. L’organizzazione di questo momento di passaggio “è attualmente in corso- precisa Palazzo D’Accursio- e nei prossimi giorni verrà comunicata alle famiglie interessate”. 

LEGGI ANCHE: Scuola, a Rimini lunga festa dell’arrivederci nei giardini delle materne

PER ELEMENTARI E MEDIE TEATRI E LUOGHI DELLA CULTURA

Dal 15 giugno, invece, per gli alunni di elementari e medie si apriranno i teatri e i luoghi della cultura bolognesi, allestiti per l’estate. Il programma degli incontri sarà curato dal Comune, insieme a operatori e istituzioni culturali, con modalità che garantiscono “piena sicurezza”. A partire da domani, giovedì 4 giugno, i genitori rappresentanti delle classi si potranno rivolgere al dipartimento Cultura di Palazzo D’Accursio (tramite la e-mail [email protected]) per manifestare il proprio interesse. Tutte le classi verranno ricontattate e sarà loro proposta un’attività dedicata tra il 20 e il 21 giugno, in uno dei teatri o degli spazi previsti nella programmazione estiva del Comune. Il progetto, chiamato ‘Largo ai sogni‘, prevede attività a titolo gratuito e una “partecipazione attiva dei ragazzi e dei loro accompagnatori”.

Potenzialmente nel progetto di fine anno scolastico del Comune di Bologna coinvolge 7.500 persone tra alunni e accompagnatori.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Scuola, Nardella va avanti: “A Firenze ci sarà saluto tra studenti”

“In questa emergenza sanitaria sono i bambini più piccoli ad aver subito maggiormente la carenza di contatto umano– afferma l’assessore alla Scuola di Palazzo D’Accursio, Susanna Zaccaria- l’evolversi della pandemia lascia ben sperare che si possa realizzare a fine giugno un momento di saluto per valorizzare, anche quest’anno, la fine del percorso educativo e scolastico delle bambine e dei bambini, insieme alle persone che con loro lo hanno vissuto: educatrici, insegnanti, collaboratrici e genitori”.

Secondo l’assessore alla Cultura del Comune, “non c’è rito più antico e collettivo del teatro nella storia dell’umanità. Sarà un fine d’anno speciale quindi per i ragazzi e le ragazze delle nostre scuole, nel corso del quale potranno salutarsi con i loro compagni, apprendendo il valore inclusivo dei luoghi della cultura nella città. Ringrazio gli operatori e le istituzioni che si sono messe a disposizione per questo progetto, a maggior ragione vista la situazione di estrema difficoltà che il settore sta attraversando”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»