FOTO | Contro il razzismo negli Usa Sant’Agostino torna nero

L'idea è di Chloe Becker, una liceale dell'Ohio all'ultimo anno, che ha realizzato un murale molto particolare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il razzismo si combatte in molti modi, e Chloe Becker, una liceale dell’Ohio all’ultimo anno, ha scelto di farlo realizzando un murale particolare: tre santi – Sant’Agostino, Santa Monica e San Benedetto – accanto a suor Thea Bowman e padre Augustus Tolton, due beati in via di canonizzazione. La particolarità è che, oltre a essere raffigurati in abiti contemporanei, presentano le fattezze di cinque afroamericani.

 

Tutto è iniziato quando Chloe ha partecipato a un seminario contro il razzismo organizzato dalla scuola cattolica che frequenta, la Magnificat High School di Rocky River. Un incontro che ha suscitato nella teenager una domanda: cosa posso fare per dare il mio contributo contro i pregiudizi? Da qui l’idea di questo progetto, che ha richiesto un semestre di lavoro. Di suor Thea e padre Tolton sappiamo che erano afroamericani, avendo vissuto tra il XIX e il XX secolo. Ma dei tre santi non esistono rappresentazioni pittoriche, pertanto – secondo Chloe – non è sbagliato ipotizzare che siano stati di colore.

“Adoro questo murale. Ci ricorda che santa Monica e sant’Agostino erano originari dell’Africa del nord: erano berberi” il commento di un utente sulla pagina Facebook della scuola, accanto alla foto dell’opera. Il fatto di rappresentarli con abiti contemporanei è un altro espediente che Chloe ha scelto per avvicinare queste personalità, e il loro esempio, al pubblico: tutti possiamo portare il bene nel mondo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»