Reddito di emergenza fino a 800 euro e detrazioni per i centri estivi: cosa dice la bozza del decreto

Il decreto di aprile dovrebbe essere approvato la prossima settimana. Prolungati i congedi parentali speciali, bonus baby sitter raddoppiato
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Cassa integrazione estesa al 31 maggio, lo stop per i licenziamenti sale da due a 5 mesi, rinnovo dei congedi speciali di 15 giorni per i genitori e bonus baby sitter fino a 1.200 euro. Per medici e infermieri sarà di duemila euro. E’ quanto emerge dall’ultima bozza del decreto aprile che il governo approverà la prossima settimana.

Arriva una detrazione fiscale da 300 euro per i centri estivi dei ragazzi fino a 16 anni per le famiglie con redditi sotto i 36 mila euro.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il Comune di Milano aprirà i centri estivi per i bambini

Il bonus da 600 euro per gli autonomi resta per il mese di aprile mentre a maggio viene incrementato a mille euro per le partite Iva, artigiani e commercianti con il 33 per cento di fatturato perso rispetto all’anno scorso. Da due a seicento euro l’aiuto per colf e badanti che hanno subito una riduzione del 25 per cento dell’orario di lavoro.

Il Rem viene istituito per 3 mesi, può arrivare a 800 euro per le famiglie con Isee sotto i 15 mila euro.

Infine, tutti coloro che percepiscono un sussidio potranno stipulare un contratto per lavorare nel settore agricolo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»