A Zaki e Regeni titolo di ‘Benemerito’ dall’Università di Palermo

regeni zaki
Il rettore: "Questo riconoscimento vuole ribadire il sostegno del nostro Ateneo alla difesa della libertà di espressione e alla tutela al diritto alla giustizia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – L’Università di Palermo conferisce il titolo di ‘Benemerito dell’Ateneo’ a Patrick George Zaki e alla memoria di Giulio Regeni. L’attribuzione del riconoscimento è stata deliberata dal Senato Accademico e si affianca all’adesione dell’Ateneo alle iniziative di Amnesty International ‘Libertà per Patrick Zaki’ e ‘Verità per Giulio Regeni’.

“Il nostro Ateneo, luogo di cultura, di scambio e di libertà di pensiero, è fortemente impegnato nella promozione e nella tutela dei diritti umani – sottolinea il rettore dell’Università, Fabrizio Micari -. All’indomani dell’annuncio dell’ennesimo prolungamento di altri 45 giorni della detenzione di Patrick Zaki, recluso da ormai più di un anno, e ad oltre cinque anni dalla morte di Giulio Regeni, il nostro Senato accademico ha deliberato di conferire questo riconoscimento ribadendo la posizione della comunità accademica UniPa a sostegno della difesa della libertà di espressione e della tutela al diritto alla giustizia. Esprimiamo ancora una volta solidarietà a Zaki, Regeni e alle loro famiglie – conclude il Rettore – e rinnoviamo la condanna per tutti i casi di lesione del diritto allo studio, all’insegnamento e alla ricerca”.

L’onorificenza di ‘Benemerito dell’Ateneo di Palermo’ viene attribuita a personalità, alla loro memoria, o ad enti, associazioni, aziende, che si siano particolarmente distinte in ambito sociale, civile, istituzionale, economico-imprenditoriale o che abbiano acquisito rilevanti meriti culturali, artistici e sportivi.

LEGGI ANCHE: Genova, bocciata la cittadinanza onoraria a Zaki. Dice no anche il sindaco

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»