Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione dell’1 giugno 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’ITALIA RIPARTE, ‘ORA SERVE PAESE UNITO’

L’Italia che esce dalla pandemia vuole ricominciare, c’e’ entusiasmo, voglia di sprigionare energie. Il presidente del consiglio Mario Draghi in visita al distretto emiliano della ceramica sprona le forze politiche e sociali del paese al lavoro comune. Non bastera’ tornare ai livelli di crescita precedenti al Covid, dice Draghi. Bisognera’ fare meglio, e l’Italia deve essere unita. In occasione del 2 giugno, il capo dello Stato Sergio Mattarella ringrazia i cittadini per il contributo nella lotta al virus. “Ora serve la collaborazione di tutti”, e’ il richiamo di Mattarella.

MASSIMO QUATTRO PERSONE, RESTA IL LIMITE PER LE TAVOLATE

Niente tavolate al bar e al ristorante. Il limite delle quattro persone resta sia in zona gialla che in zona bianca. Lo prevedono le linee guida del ministero della Salute sulle riaperture. Nessun ‘liberi tutti’, dunque. La regola che stabilisce il limite massimo di 4 persone a tavola, al chiuso e all’aperto, resta in vigore. Unica eccezione per le persone che appartengono allo stesso nucleo familiare.

PROROGA BLOCCO LICENZIAMENTI, PRESSING SUL GOVERNO

Il premier Mario Draghi ha già fatto una mediazione “saggia ed equilibrata”. Per Confindustria la proroga del blocco dei licenziamenti è un discorso chiuso. Lo ribadisce il leader degli imprenditori Carlo Bonomi. Per Confindustria è il momento delle riforme. Palazzo Chigi non vorrebbe riaprire il dossier sui licenziamenti, ma nel passaggio parlamentare del decreto Sostegni bis tutto può succedere. Il blocco per le grandi imprese scade il 30 giugno e la Cgil minaccia la rottura sociale.

LITE M5S, IL GARANTE DA’ RAGIONE A CONTE

L’Associazione Rousseau dovrà consegnare al Movimento Cinquestelle i dati degli iscritti entro cinque giorni. A deciderlo il Garante della privacy. Esulta Giuseppe Conte, secondo il quale vengono spazzati via i pretesti, e ora si guarda avanti. Davide Casaleggio rilancia chiedendo a Conte di candidarsi alla premiership, con un voto sulla piattaforma. Il figlio del fondatore torna a chiedere i soldi ai parlamentari morosi.

GIUSTIZIA, LEGA E RADICALI LANCIANO SEI REFERENDUM

Elezioni del Csm, responsabilità diretta dei mgistrati, separazione delle carriere dei magistrati, limiti agli abusi della custodia cautelare e abolizione della legge Severino. Sono alcuni dei quesiti referendari che giovedì saranno depositati in Cassazione da Lega e Radicali. Matteo Salvini fa appello alle altre forze politiche: ‘Firmate anche voi’ dice.

CIAMPI, RICORDO CON IMPREVISTO

Intitolazione di un Largo a Carlo Azeglio Ciampi, questa mattina a Roma, in occasione del centenario della sua nascita. Davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Elisabetta Casellati e alla Sindaca Virginia Raggi si è tenuta una breve cerimonia senza tuttavia togliere il drappo. Il nome di battesimo di Ciampi era stato inciso male, senza la lettera ‘g’ di Azeglio. Piccolo contrattempo, a cui si e’ posto rimedio nelle ore successive.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»