Coronavirus, Salvini: “Più vicino a Meloni? No, poi rompono le palle…”

Al termine del vertice con Conte a palazzo Chigi, i fotografi chiedono ai leader di avvicinarsi, per una foto di gruppo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Matteo Salvini e Giorgia Meloni, ‘cosi’ vicini, cosi’ lontani’. Ma non in senso politico. Le misure di sicurezza per contrastare il coronavirus costringono anche i leader del centrodestra a rispettare l’obbligo del distanziamento.

Al termine del vertice con Conte a palazzo Chigi, i fotografi chiedono ai leader di avvicinarsi, per una foto di gruppo. Salvini, in passato accusato di non tenere troppo in considerazione le misure antivirus, questa volta ci tiene a rispettare le regole alla lettera ed oppone un cortese diniego: “Eh no, piu’ accanto no. Perche’ poi rompono le palle a noi, non a te”, risponde il leghista all’invito del fotografo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»