Salvini: “Dopo il dl sicurezza, in Parlamento nuova legge su legittima difesa”

"Entrare con la violenza in casa o nel negozio altrui legittima l’aggredito a difendere se stesso e la sua famiglia", dice Salvini

Condividi l’articolo:

ROMA – “Dopo il #DecretoSalvini, arriverà in Parlamento la nuova legge sulla Legittima Difesa. Io sto con chi si difende, entrare con la violenza in casa o nel negozio altrui, di giorno o di notte, legittima l’aggredito a difendere se stesso e la sua famiglia. La mia solidarietà al commerciante toscano, derubato 38 volte in pochi mesi: conti su di noi!”. Lo scrive su Facebook il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

“La legittima difesa sarà un diritto sempre e comunque, di giorno e di notte: cancelleremo il reato di eccesso di legittima difesa, perché il lavoro del rapinatore è un duro lavoro che comporta dei rischi e non deve essere l’aggredito a doversi difendere”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante una manifestazione della Lega davanti a Montecitorio per l’approvazione del dl sicurezza.

“PACINI? INDAGATO PER ECCESSO L. DIFESA NON DEGNO PAESE CIVILE”

“Penso che questo lavoratore italiano perbene debba essere lasciato tranquillo, perché quando vieni aggredito e uccidi una persona non oso immaginare il suo stato d’animo. Però ci tengo a dire a voi e a chi ci ascolta che questo signore da tempo era costretto a vivere e mangiare e dormire in un capannone con la moglie perché aveva subito 38 furti e tentativi di rapine. E quindi, se alle 4 di notte ti vedi entrare nel capannone dei malviventi che spaccano i vetri per fare l’ennesimo furto e temendo per la tua vita reagisci, al buio senza mirare a nessuno e purtroppo uno dei rapinatori o ladri finisce morto, oltretutto essere indagato per eccesso di legittima difesa è qualche cosa che non è degno per un paese civile. Ma visto che non sono pagato per protestare, ma per fare, posso garantire che a inizio del 2019 arriverà in Parlamento la nuova legge per la Legittima Difesa”. Lo dice Matteo Salvini ai microfoni di Radio Radio e Radio Radio TV, sulla vicenda di Fredy Pacini, imprenditore di Monte San Savino.

“SENTITO PACINI STAMATTINA, NON VIVE BENE”

“Ci ho parlato stamattina. Una persona che si rende conto di aver tolto la vita a qualcuno è una persona che non vive bene”. Così il vice premier Matteo Salvini, ospite de “L’aria che tira” su La7, parlando dell’imprenditore di Arezzo. “Aveva anche finito di denunciare i furti” e ora deve anche “essere processato con tutto il dramma che ha e avrà”, conclude.

Leggi anche:

29 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»