Costa conclude esame Tap; Varoufakis: M5s venga con noi; Addio Lello Di Segni

DI MAIO CONTRO DRAGHI: AVVELENA IL CLIMA

Ancora tensione tra il governo italiano e la Banca centrale europea. A Mario Draghi, che ha espresso preoccupazione per l’aumento dello spread, risponde il vicepremier Luigi Di Maio. “Secondo me siamo in un momento in cui bisogna tifare Italia e mi meraviglio che un italiano si metta in questo modo ad avvelenare il clima ulteriormente”, ha detto il capo politico del Movimento 5 stelle che garantisce di non essere preoccupato dalla valutazione delle agenzie di rating.

COSTA CONCLUDE ESAME TAP, OPERA LEGITTIMA

Concluso l’esame degli ultimi documenti sul gasdotto Tap, non sono emersi profili di illegittimità. Lo annuncia il ministro dell’Ambiente Sergio Costa che oggi ha inviato le sue valutazioni al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Per la Commissione Via le prescrizioni sono state rispettate. La palla ora passa a Conte che dovrà esprimersi a nome del governo.

VAROUFAKIS: SALVINI FASCISTA, M5S VENGA CON NOI

Yanis Varoufakis non perde la speranza nel Movimento 5 stelle e chiede a Di Maio di rompere con la Lega xenofoba e razzista. L’ex ministro delle finanze della Grecia, oggi leader del movimento Diem 25, vede in Salvini un nuovo fascismo che avanza e boccia la manovra italiana perchè la giudica troppo timida. Varoufakis, che alle prossime elezioni europee guiderà un blocco di forze di sinistra che vuole cambiare l’Europa, lancia l’appello ai 5 stelle: “Vengano con noi, sono benvenuti”.

ADDIO LELLO DI SEGNI, SOPRAVVISSUTO AL 16 OTTOBRE

È scomparso nella notte Lello Di Segni, l’ultimo sopravvissuto alla deportazione del ghetto di Roma del 16 ottobre del ’43. Nato il 4 novembre del 1926, fu arrestato insieme ai suoi cari e portato ad Auschwitz-Birkenau. Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha inviato alla Comunita’ ebraica romana sentimenti di vicinanza e di cordoglio. Il presidente della Camera Roberto Fico ha garantito l’impegno costante delle istituzioni perchè la sua testimonianza non venga dispersa.

26 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»