‘Piazza Siena’, Coni-Fise in campo a Roma per i trapianti

ROMA – Per il terzo anno consecutivo il Concorso ippico internazionale ‘Piazza di Siena – Master d’Inzeo’ ospita la Giornata Nazionale per la Donazione e il Trapianto di Organi e Tessuti, che si terrà il 27 maggio ed è promossa dal ministero della Salute e dal Centro Nazionale Trapianti, in collaborazione con le associazioni di settore. L’evento, organizzato dal Coni e dalla Federazione italiana sport equestri, vede dunque la collaborazione per la Campagna nazionale di comunicazione ‘Diamo il meglio di noi’, di cui la Fise è partner storico: ogni bambino riceverà un coloratissimo braccialetto con il logo della campagna che gli permetterà di accedere all’area pony. Inoltre, per tutte le classi delle scuole elementari di Roma che parteciperanno al ‘Battesimo della Sella’, sarà disponibile il kit ‘Salvo e Gaia – Un regalo che vale una vita’, un prodotto del ministero della Salute e del Centro nazionale trapianti pensato per sensibilizzare i più piccoli al tema del dono.

DONAZIONI E TRAPIANTI DA RECORD NEL 2017

Il report annuale dei dati 2017 su donazione e trapianto in Italia registra un aumento netto su tutti i fronti, un record mai raggiunto nel settore dei trapianti negli ultimi dieci anni. Cresce il numero delle donazioni e dei trapianti di organi, tessuti e cellule e a beneficiare di questo trend positivo sono i pazienti in lista di attesa che, per il secondo anno consecutivo, registrano un calo. Secondo i dati del Centro Nazionale Trapianti consolidati al 31 dicembre 2017, ci sono stati 1.763 donatori (sia deceduti che viventi) l’+11% in più rispetto all’anno precedente che conferma il trend in ascesa negli ultimi 5 anni, riconducibile alla riorganizzazione della Rete Nazionale Trapianti. Aumentano nel 2017 anche gli accertamenti di morte eseguiti (45,1 per milione di popolazione rispetto ai 40.8 del 2016) e il numero di donatori utilizzati (1437 contro i 1.298 del 2016). Su questo scenario positivo influisce anche il dato sulle opposizioni alla donazione, pari nel 2017 al 28.7% contro il 32.8% dell’anno precedente (-4.1 punti percentuali). Un quadro complessivo molto positivo per il numero dei trapianti che nel 2017 ha segnato il +6% rispetto all’anno 2016 con 3.921 interventi totali (organi prelevati da donatore deceduto e vivente). Con l’aumento delle donazioni e dei trapianti si registra una flessione dei pazienti in lista di attesa; al 31/12/2017 i pazienti in lista sono stati 8.743 mentre al 31 dicembre dell’anno precedente erano 9.026.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

26 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»