Bomba d’acqua su Roma, nella notte 120 interventi dei Vigili del fuoco

ROMA – Sono stati circa 120 gli interventi dei Vigili del Fuoco, tra le 20 e le 23 di ieri a causa delle violente precipitazioni cadute sulla Capitale. Maggiormente colpita da forti piogge accompagnate da una abbondante grandinata, la zona est della città, dove si sono registrati forti disagi alla viabilità e momenti di paura per alcuni automobilisti rimasti intrappolati nelle proprie auto a cause degli allagamenti delle sedi stradali.

Nel corso della serata si sono registrati forti disagi nelle zone di via Tiburtina, Via Collatina e Via Prenestina. Allagata la stazione della metro C Gardenie a Centocelle. Chiuse, sempre ieri sera, le stazioni della Linea A Colli Albani, Lucio Sestio e Cinecittà e la stazione di Pietralata sulla metro B. Sospesa anche la stazione Euclide della ferrovia regionale Roma-Viterbo. Ferme le linee dei tram delle linee 5- 14 e 19 a Porta Maggiore.

Diverse persone sono rimaste bloccate in auto su via Palmiro Togliatti, all’incrocio con via Prenestina, nei pressi degli uffici del V Municipio. I Vigili del fuoco e la Squadra Sommozzatori, giunti sul posto insieme agli uomini della Protezione civile, hanno provveduto a tirare fuori gli occupanti dalle auto.

Altri allagamenti si sono registrati all’interno di negozi al piano stradale e in diversi terrazzi condominiali. Numerosi gli interventi dei soccorritori per via di alberi e rami pericolanti. Nel corso della notte la sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto sapere su facebook che ci sono stati “diversi allagamenti in alcuni quartieri della Capitale, in particolare nel quadrante est. Siamo subito intervenuti con volontari, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Locale, e squadre del Simu e dell’Ama. Abbiamo prontamente riunito il COC, Centro Operativo Comunale, per coordinare al meglio le operazioni. Ringrazio tutte le squadre che questa notte lavoreranno senza sosta sul territorio per ripristinare più velocemente possibile la normalità. Ci scusiamo sin d’ora per i disagi”.

SEI PERSONE SALVATE IN ALLAGAMENTO VIA TOGLIATTI

È di sei persone tratte in salvo il bilancio di un intervento avvenuto ieri sera a Roma, poco dopo le 20.30, in via Palmiro Togliatti, all’altezza di via Prenestina, a seguito del maxi allagamento della zona dovuto alle forti precipitazioni della serata. L’allarme è scattato quando è arrivata la segnalazione al 112 di due persone, un ragazzo e una ragazza romani del 1986 e del 1991, rimasti intrappolati all’interno di una palestra.

Nel locale, hanno raccontato i due, l’acqua stava entrando dalla porta esterna bloccata, con un bacino di acqua e grandine che superava il metro e mezzo di altezza. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione Cinecittà che hanno tratto in salvo i due giovani e altre 4 persone che nel frattempo erano arrivate sul posto per cercare di liberare i ragazzi. Tutte le persone salvate non hanno subito conseguenze, salvo un lieve shock termico agli arti inferiori dovuto alla bassa temperatura dell’acqua ghiacciata in cui sono rimasti immersi fino all’arrivo dei soccorritori.

ALBERI CADUTI E ALLAGATA BASILICA SU APPIA ANTICA

Sono stati numerosi gli interventi della Polizia locale di Roma per i disagi dovuti agli allagamenti a seguito, nella serata di ieri, della violenta ondata di maltempo (pioggia e grandine) abbattutasi sulla Capitale poco dopo le 20. Gli interventi principali hanno riguardato richieste di aiuto dei conducenti rimasti bloccati dentro le proprie auto andate in avaria a causa dell’acqua alta, che in alcuni punti ha raggiunto oltre il mezzo metro.

Le zone più colpite nell’area area nord di Roma sono state: Prati Fiscali, Bufalotta, viale Ionio, viale Tiziano, via Nomentana/Arturo Graf, via Tiburtina, viale Tirreno e alcuni tratti del Gra. Allagamenti anche in via di Ciampino e via Prenestina, Collatina/via Longoni. Alberi e rami caduti si sono registrati in via Ardeatina e in via Statilia. Pattuglie della Polizia locale sono intervenute anche in via Appia Antica per l’allagamento della Basilica di San Sebastiano.

Leggi anche:

22 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»