Stadio Roma, Montuori: "Iter non toccato da inchiesta, sicuramente si farà"

Lazio

Stadio Roma, Montuori: “Iter non toccato da inchiesta, sicuramente si farà”

ROMA – “Nel futuro di questa città sono certo che ci sarà lo stadio della Roma. Se la procedura, come crediamo, risulta corretta per andare avanti, abbiamo deciso di procedere verificando alcuni passaggi nodali, perché sia i cittadini che tutti gli altri hanno diritto a delle risposte su quanto sta succedendo in questi giorni. Ma siccome nessuna parte della procedura in questo momento sembra minimamente toccata dai problemi di cui leggiamo sui giornali, se questo sarà confermato noi andremo avanti. I problemi vanno affrontati nella loro giusta definizione, se c’è un tema amministrativo lo si affronta amministrativamente”. Lo ha detto l’assessore all’Urbanistica del Campidoglio, Luca Montuori, a margine della presentazione della Strategia di resilienza di Roma Capitale alla Casa dell’Architettura, in merito all’inchiesta sullo stadio della Roma.

“Quando la magistratura ci dirà se l’iter amministrativo può andare avanti oppure no, andremo avanti- ha proseguito Montuori-. Il primo passaggio è ricostituire la controparte, cioè con chi stiamo parlando, se è la società Eurnova e se è in grado di risponderci”.

“CREDIAMO TUTTI PARERI CONFERENZA SERVIZI SIANO CORRETTI”

“Al momento le modalità della verifica le stiamo studiando al nostro interno per capire quali sono gli atti e i passaggi che vanno verificati: noi lavoriamo sui pareri che sono stati espressi da tutti coloro che erano al tavolo della conferenza dei servizi e non abbiamo modo di credere che alcuni di questi pareri non siano corretti. Dobbiamo mettere in fila tutte le cose e verificare alcuni passaggi e attendere che la magistratura faccia il suo corso e le sue indagini”, dice ancora Montuori a chi gli chiedeva se il Campidoglio avesse intenzione di avvalersi di una nuova consulenza di Anac nella prosecuzione del lavoro sul progetto stadio della Roma.

18 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»