Politica

Ideal Standard, salvi 297 posti di lavoro. E l’operaio ringrazia Calenda

ROMA –  Si è conclusa con una vittoria per i lavoratori la vertenza Ideal Standard. Questa mattina, il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, hanno infatti firmato stamani l’accordo che prevede che tutti i 279 lavoratori attualmente impiegati nello stabilimento di Roccasecca vengano progressivamente assunti dalla nuova divisione di Saxagres (la new company si chiamerà Saxagres Stone). L’accordo per la cessione da Idealstandard a Saxagres Stone avverrà il 22 febbraio.

Saxagres prevede un investimento di 30 milioni di euro con un contratto di sviluppo col contributo del Mise e Regione Lazio. ll Lazio metterà a disposizione 4 milioni di euro su fondi Por. Saxagres prevede l’accensione entro gennaio 2020 a pieno regime di 7 forni nello stabilimento di Roccasecca per la produzione di ceramiche che definiscono uniche al mondo per caratteristiche tecniche.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Governo e dalla giunta regionale. Su twitter, il ministro Calenda ha anche ricevuto i complimenti di un lavoratore che lo ha ringraziato in questo modo: “Grazie mille ministro. Sono un operaio dell’Ideal Standard di Roccasecca. Nessuno come Lei”.

Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda apprezza e ringrazia: “Voi meglio, io ho fatto il mio dovere. Un abbraccio e complimenti per aver tenuto duro”.

ZINGARETTI: SFIDA VINTA, SALVAGUARDATE FAMIGLIE

“Grazie al lavoro congiunto di Regione, Mise e sindacati si è raggiunto l’accordo per evitare il licenziamento di 279 lavoratori di Ideal Standard. Noi monitoreremo tutti i passaggi che porteranno i lavoratori a insediarsi nella nuova società. Dico grazie a chi ha creduto in questo accordo, avevamo detto che avremmo fatto di tutto per salvaguardare le famiglie e ci siamo riusciti. Abbiamo vinto la sfida”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti uscendo dal ministero dello sviluppo economico.

“La storia difficile e drammatica di questa azienda ora può guardare al futuro con una nuova vocazione e una nuova compagine industriale- ha aggiunto Zingaretti- Noi faremo di tutto per sostenere la nuova impresa del territorio che merita tutta la fiducia del sistema Lazio”.

GRASSO A CALENDA: OTTIMO LAVORO; MINISTRO: GRAZIE

“Ho parlato con Carlo Calenda e mi ha dato la notizia dell’accordo tra Ideal Standard e Saxa Gres. È una bella notizia: sono felice per i lavoratori! Grazie per l’ottimo lavoro, Carlo”. Lo scrive su twitter Pietro Grasso, presidente senato e leader Leu.

Immediata la replica, sempre via twitter, del ministro dello sviluppo economico Calenda: “A te per aver dimostrato che si possono seguire le cose seriamente anche quando si è in campagna elettorale su fronti diversi”.

SALVINI: FELICISSIMO PER POSTI LAVORO SALVATI

“Sono felicissimo per i posti di lavoro salvati. Spero di incontrare presto, di nuovo, i lavoratori dell’Ideal Standard di Roccasecca e la nuova proprietà. Quando saremo al governo lavoreremo per ottenere uguale risultato per le centinaia di aziende che oggi sono in crisi”. Così il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini.

UNINDUSTRIA: OTTIMA NOTIZIA PER NOSTRO TERRITORIO

“L’accordo firmato oggi tra la società Ideal Standard e Saxa Gres per rilevare l’impianto di Roccasecca in continuità aziendale con un piano di investimenti per 30 milioni di euro supportato da Governo, Regione e Ideal Standard, è veramente una bella pagina di politica industriale”. Così Filippo Tortoriello, presidente di Unindustria.

“Siamo veramente molto soddisfatti di come si è chiusa una trattativa che aveva visto un inizio molto difficile e complesso e che invece- prosegue Tortoriello- grazie all’intervento del Governo, in particolare del Ministro Carlo Calenda, del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, di Francesco Borgomeo Presidente della Saxa Gres e dei dirigenti della Ideal Standard, si è riusciti a concludere nel migliore dei modi, salvaguardando 300 posti di lavoro e dando così un messaggio positivo e di fiducia per il nostro territorio”. “

Voglio fare i complimenti più sentiti- conclude- a tutta la squadra di Unindustria che ha seguito da vicino, fin dal primo momento, la trattativa con impegno e professionalità, supportando entrambe le aziende affinché si arrivasse ad una risoluzione positiva”.

CGIL: SODDISFATTI PER SOLUZIONE POSITIVA VERTENZA

“Esprimiamo soddisfazione per la positiva soluzione della vertenza Ideal Standard che coinvolge circa trecento lavoratori e il futuro sviluppo di quel territorio”. Così in un comunicato il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Michele Azzola e il segretario generale dela Filctem Cgil di Roma e del Lazio Ilvo Sorrentino.

“Il protocollo- continua la nota- che prevede la cessione dell’azienda a Saxa Gress Stone, poggia su un contratto di sviluppo di circa trenta milioni sostenuti in gran parte dal Mise e dalla Regione Lazio. Questo consentirà di garantire gli attuali livelli occupazionali e di guardare al domani con nuova prospettiva. Questo importante risultato è stato determinato dalla lotta dai lavoratori di Ideal Standard sostenuta dal sindacato”.

“Nei prossimi giorni- prosegue la Cgil- le organizzazioni sindacali verranno convocate per la definitiva sottoscrizione dell’accordo. E’ stato importante il ruolo assunto dal Mise e in particolare dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nella positiva conclusione della vertenza, mostrando come la politica e le istituzioni possano rispondere concretamente ai bisogni delle persone”.

“Riteniamo- conclude la nota- che questo sia il modello di intervento da applicare alle tante situazioni di crisi che coinvolgono il nostro territorio e auspichiamo che tale modalità e la determinazione con cui si è proceduto vengano replicate in tutte le future vertenze. Da parte nostra continueremo a operare per garantire l’applicazione dell’accordo”.

12 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»