Torna Montalbano in tv: 'La giostra degli scambi' questa sera su Rai1

Costume e Società

Torna Montalbano in tv: ‘La giostra degli scambi’ questa sera su Rai1

ROMA – Un incendio doloso ha distrutto un negozio di elettronica. Marcello Di Carlo, il proprietario, è scomparso: un bell’uomo, un playboy con il vizio di spendere più di quanto riesca a guadagnare. Si comincia a indagare, ma il mistero sembra farsi sempre più sfuggente. E poi in quei giorni un bizzarro rapitore ferma con l’inganno alcune ragazze, le cloroformizza, le sequestra ma le lascia libere. Le ragioni incomprensibili andranno ad intrecciarsi con l’altro caso. E’ questa la nuova trama del nuovo episodio de ‘Il commissario Montalbano’ che torna in tv questa sera su Rai 1 alle 21.25 in anterprima assoluta. ‘La giostra degli scambi’ è il romanzo al quale il regista Alberto Sironi si è ispirato: il libro campione di incassi di Andrea Camilleri del 2015.

Si parlerà d’amore in tutte le sue declinazioni, anche di quello sbagliato

In questi nuovi episodi (il prossimo il 19 febbraio) c’è “il giusto mix di drammaticità, di comicità, di commedia“. E soprattutto “si parla di amore”, in un “momento di crisi economica, quello che succede nel mondo che ci mette un’ansia terribile” bisogna “sottolineare che c’è un potere salvifico che è quello dell’amore in tutte le sue declinazioni, anche di quello sbagliato”, ha detto in una recente intervista Luca Zingaretti che torna a vestire i panni del commissario di Vigata più amato d’Italia. A fargli compagnia il cast che lo accompagna da sempre: Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Angelo Russo, Davide Lo Verde e Sonia Bergamasco. Nella puntata de Il Commissario Montalbano che vedremo lunedì 12 febbraio ci saranno anche Fabrizio Bentivoglio, Serena Iansiti, Stella Egitto e Fabrizio Ferracane. Durante le riprese, invece, è venuto a mancare Marcello Perracchio, il medico legale Pasquano.

Vedremo un Montalbano cambiato? “Come tutti i giallisti di razza Camilleri” fa evolvere “il personaggio del commissario”, anticipa Zingaretti. Non ci resta che scoprirlo questa sera su Rai 1.

12 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»