Vaccini, a Cesena circa 350 bimbi non in regola

Serve “velocemente il certificato vaccinale definitivo" avverte l’amministrazione comunale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Rispetto alla settimana scorsa, sono calati quasi di 160 unità a Cesena i bimbi non in regola con l’obbligo vaccinale, ma a oggi se ne contano comunque 31 al nido, di cui 28 non hanno presentato nulla e tre autocertificazioni, e 316 alla scuola dell’infanzia, rispettivamente 92 senza nulla e 224 con l’autocertificazione. Per tutti loro ora, avverte l’amministrazione comunale nel dare le cifre, serve “velocemente il certificato vaccinale definitivo, emesso dalla Pediatria di comunità, che attesta l’osservanza dell’obbligo. Diversamente, benché si tratti sicuramente di un atto non auspicabile, arriverà l’esclusione da scuola“.

Questa mattina si è tenuta la riunione tra Comune e dirigenze scolastiche e l’amministrazione, “nonostante quello che sembra un evidente stato confusionale del ministro Grillo”, affermano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Scuola Simona Benedetti, intende “dare seguito, naturalmente, a quanto previsto dalla normativa”. Da oggi partono dunque le procedure necessarie per dare seguito all’obbligo, “con la consapevolezza- rimarcano- che questo potrà portare anche all’esclusione di alcuni bambini, così come all’applicazione delle sanzioni pecuniarie per quanto riguarda le scuole primarie, medie e superiori”.

Palazzo Albornoz trasmetterà “in tempi brevissimi” all’Ausl Romagna i nominativi dei bambini che al 10 marzo non risultavano a posto con il certificato vaccinale, per i quali le famiglie avevano prodotto nulla, oppure una semplice autocertificazione.

Le esclusioni saranno attivate a seguito della certezza dell’inadempienza, presumibilmente nel giro di qualche settimana. Sindaco e assessore devono anche fare i conti con le proteste di alcuni genitori no vax che “inutilmente chiedono, o intimano, di non applicare la legge”, e l’amministrazione saluta “con sollievo” il ritorno della soglia vaccinale regionale “dentro i limiti della sicurezza”. In città, negli ultimi giorni “molti sono stati i movimenti e gli aggiornamenti all’ufficio Scuola del Comune”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»