Mondo

Egitto, a un anno dalla strage lo stadio del Cairo torna a riempirsi – FOTO

ROMA – L’8 febbraio 2015, 20 tifosi della squadra di calcio dello Zamalek morivano schiacciati nella calca, in seguito al lancio di lacrimogeni da parte delle forze di sicurezza egiziane nell’entrata angusta dell’Air Defense Stadium, a il Cairo. Ieri sono tornati tra gli spalti di quello stadio per ricordare il “massacro degli White Knights”, il gruppo ultras a cui appartenevano i tifosi uccisi.

La manifestazione è stata lanciata dal gruppo, su internet, con l’intenzione di ricordare le “decine di martiri e migliaia di feriti”, ma anche di denunciare le responsabilità della tragedia. La vittima più giovane era una ragazza di 14 anni. Gli ultrà egiziani sono fortemente politicizzati e hanno giocato un ruolo importante nel movimento che portò alla caduta del regime di Hosni Mubarak nel 2011.

Foto di Hema Ezzat

9 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»