L'8 marzo di Afron: "Con Mariam e le altre, per sconfiggere il cancro"

Mondo

L’8 marzo di Afron: “Con Mariam e le altre, per sconfiggere il cancro”

ROMA – In occasione della Giornata internazionale della donna, Afron – Oncologia per l’Africa onlus lancia un nuovo spot promozionale per ricordare che la salute e l’accesso alle cure sono un diritto universale e inalienabile.

 In Uganda, dove Afron e’ attiva dal 2010, solo quattro donne su cento hanno ricevuto una visita ginecologica o senologica in tutta la propria vita: queste semplici operazioni permetterebbero di individuare precocemente il cancro del seno o della cervice uterina, garantendo maggiori opportunita’ di sopravvivenza: ad oggi infatti secondo stime ufficiali solo due donne malate su dieci guariscono.

‘La storia di Mariam’, video realizzato durante la missione di novembre scorso nella regione nord-orientale della Karamoja, e in media partnership con l’Agenzia di stampa nazionale DIRE, intende mostrare proprio questo: senza la prevenzione e gli screening gratuiti offerti da Afron, cosa ne sarebbe di tante ragazze o madri come Mariam, che sospettano di essere malate? In questi otto anni di attivita’, la onlus romana, anche grazie alla cooperazione con partner locali e internazionali, ha raggiunto con i programmi di sensibilizzazione oltre 600mila donne, 15.587 delle quali hanno ricevuto uno screening gratuito. In Uganda in agricoltura – settore cardine del paese – la manodopera femminile rappresenta il 90% del totale. Inoltre, ogni famiglia e’ composta in media da 6 figli. Garantire alle donne il diritto alla prevenzione e alle cure significa ridare una speranza concreta al futuro di un intero Paese.

Ecco perche’ l’8 marzo per Afron ha il nome di Mariam.

8 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»