Etiopia pronta ad attuare l’intesa di pace con l’Eritrea

ROMA – La coalizione al governo in Etiopia ha annunciato oggi che rispettera’ e attuera’ un accordo di pace con l’Eritrea, risalente al 2002 ma finora mai applicato. La decisione del Fronte democratico rivoluzionario del popolo etiopico (Eprdf) e’ stata comunicata con una nota sulla pagina Facebook dell’alleanza, circa due mesi dopo l’entrata in carica del primo ministro Abiy Ahmed.
L’impegno della coalizione riguarda in particolare la decisione di una commissione frontaliera relativa al contenzioso territoriale su Badme, una citta’ contesa situata lungo il confine. L’esercito di Addis Abeba si e’ sempre rifiutato di ritirarsi dall’area nonostante un pronunciamento sfavorevole dell’organismo, seguito a un conflitto armato che tra il 1998 e il 2000 aveva causato migliaia di morti. Nella nota diffusa su Facebook l’Eprdf rivolge un appello al governo nazionale per “garantire la pace perduta da tempo tra due nazioni sorelle“. La necessita’ di avviare una nuova stagione nei rapporti con Asmara era stata sottolineata da Ahmed nei suoi primi discorsi da capo del governo, ad aprile.

6 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»