Oliverio contro l’Anas: “L’A2 è tutta un cantiere, d’estate non dovevano esserci”

REGGIO CALABRIA – “Con l’inizio del periodo turistico più importante dell’anno per la Regione Calabria, in termini di presenze di visitatori, rileviamo ancora un numero decisamente elevato di cantieri di lavorazione aperti che riducono la viabilità stradale, in particolare sull’Autostrada A2, procurando notevoli disagi all’utenza”. E’ quanto scrive il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, in una lettera indirizzata al presidente di Anas, Vittorio Armani.

“Per un viaggio sicuro servono tutte le 4 carreggiate”

La A2 rappresenta la infrastruttura più importante di collegamento esistente in Calabria – ha aggiunto Oliverio – lo scorso anno ha avuto, come noto, il maggior incremento percentuale di traffico nel periodo estivo rispetto a tutte le altre arterie stradali gestite da Anas. La possibilità che essa possa essere percorsa utilizzando tutte e quattro le corsie è fondamentale per garantire massima sicurezza e confort di viaggio per una Calabria sempre più accogliente”.

“Diteci quando chiuderanno”

La problematica fu già discussa dal governatore calabrese in occasione dell’evento pubblico organizzato con Anas lo scorso 9 maggio presso il museo archeologico di Sibari. Nell’occasione Oliverio chiese ufficialmente l’impegno di Anas alla chiusura di tutti i cantieri per il periodo estivo. “Purtroppo – continua nella sua lettera il presidente della giunta – devo constatare che i cantieri rimangono aperti con notevoli disagi per l’utenza. Nell’esprimere profondo rammarico per quanto si sta verificando chiedo di conoscere la data entro cui tutti i cantieri sulla A2 saranno rimossi auspicando che ciò possa avvenire con immediatezza. Chiedo, altresì, che il ripristino della circolazione sulle due carreggiate sia accompagnato da una adeguata campagna di comunicazione nazionale per evitare implicazioni negative e danni a causa di quanto si sta verificando in queste settimane. E’ opportuno – conclude Oliverio – che per gli interventi futuri di manutenzione ordinaria e straordinaria, necessari e indispensabili per migliorare la sicurezza e la fruizione delle strade gestite da Anas in Calabria, la Regione Calabria, sia informata preventivamente al fine di concordare i piani di intervento”.

Leggi anche:

4 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»