Intervista a Rossano Toccaceli

rossano_toccaceliNome: Rossano

Cognome: Toccaceli

Luogo e data di nascita: San Marino 15.02.1977

Professione: dipendente settore privato

Residenza a San Marino: dalla nascita

Domicilio a San Marino: dalla nascita

Eventuale/i altra/e cittadinanza/e: no

Partito: Ps

 

  • Cominciamo dalla legislatura ormai volta al termine. Può dirci cosa, secondo la sua opinione, ha funzionato bene e cosa no o comunque meno? Per quali ragioni?

Molti progetti sono rimasti fermi o necessitano di ulteriori modifiche. Sono comunque soddisfatto del fatto che nonostante i vari problemi di bilancio siano stati garantiti gli ammortizzatori sociali a chi ne aveva bisogno.

  • Nella prossima legislatura, quali sono i tre punti prioritari che la nuova maggioranza dovrà mettere al centro dell’agenda politica nei primi 100 giorni? Perché?

La messa in sicurezza dei conti dello Stato, il lavoro e la ricerca di nuovi investitori.

  • Ci sono delle tematiche politiche che sente maggiormente vicine e per le quali desidera impegnarsi in prima persona? Come mai?

Il fatto che nel 2016, San Marino, non sia totalmente coperta dalla rete 3G quando in Italia si viaggia già sul 4G, è ridicolo. Lo sappiamo tutti quante volte durante una telefonata cade la linea. Dal punto di vista dell’e-commerce, per essere alla pari degli altri Paesi, c’è ancora molta strada da fare. Oggi San Marino non è pienamente riconosciuto nel mondo on line. Un esempio per tutti è Amazon. Se vuoi operare con il colosso Usa devi lavorare dall’Italia. Un altro esempio è Pay Pal. Nel più grande sistema di pagamenti on line al mondo per aprire un conto corrente ci fa da garante l’America, non si possono agganciare conti correnti sammarinesi. Lo stesso ID Apple sammarinese ha dei limiti rispetto a un identificativo italiano. Dobbiamo quindi creare norme per portare nuove opportunità di lavoro in questo settore vicino ai giovani, gli utenti che più di tutti si muovono sul web.

  • In questa fase si parla sempre più di sviluppo dell’economia del Paese ma il concetto è legato all’idea di sviluppo che ognuno ha. Secondo la sua, quali sono le direzioni da seguire per ottenere i traguardi in tale ambito? A cosa non bisogna rinunciare per farlo?

Raggiungere l’ambizioso traguardo: burocrazia zero.

  • Qual è il convincimento che ha maturato in questi anni nel rapporto che sarebbe giusto si instaurasse tra San Marino e Unione Europea?

Nell’Accordo di Associazione si dovranno mediare le ragioni dell’Europa con quelle della più piccola e antica Repubblica del mondo.

  • Nella storia di San Marino, anche recente, c’è una figura politica a cui si ispira o almeno in cui si riconosce per ideali e valori?

Gino Giacomini.

7) Nello scenario politico internazionale, attuale o passato, c’è un personaggio di cui stima l’azione politica? Se si, per quali motivi?

Ne cito alcuni fra cui John Kennedy, il primo mandato di Obama mi ha fatto sognare, il secondo molto meno specie in politica estera, Craxi e Pertini in Italia.

  • Ci sono delle esperienze nella sua formazione, nel suo lavoro, nella sua vita (anche politica) che considera propedeutiche o comunque importanti per svolgere nel migliore dei modi il mandato per cui si candida?

I valori della famiglia e il capitale umano. Mi piacerebbe, soprattutto in ambito lavorativo, vedere valorizzate le persone e non vederle trattate come numeri.

  • Ci sono momenti in cui si sente orgoglioso del suo Paese? Quando l’ultima volta?

Mi permetto una battuta da grande appassionato di sport: lo storico pareggio di San Marino-Estonia 00. Altro momento impareggiabile è stato quando, alle Olimpiadi di Londra, Alessandra Perilli ha sforato il bronzo nel tiro a volo.

10) Quali sono gli aspetti del suo carattere che ritiene maggiormente importanti per fare politica?

La pazienza.

11) Quando è nata nella sua vita l’aspirazione all’impegno politico con lo spirito di servizio per la nostra Repubblica? É giunta legata a un fatto scatenante particolare o si è costruita gradualmente nel tempo?

La passione mi è stata trasmessa in casa e si è scatenata quando ho letto la storia di Gino Giacomini e dell’Arengo.

12) Nella sua vita privata, anche passata, ci sono delle passioni (sport, hobbies, interessi) che ha coltivato e che hanno lasciato il segno dentro di lei? Se si, quali insegnamenti ne ha ricavato?

Gioco a calcio e faccio sollevamento pesi. Nello sport si impara la disciplina e il rispetto dell’avversario. Oltre a lavorare sodo per raggiungere il risultato.

13) Con la preferenza unica crediamo che gli elettori valuteranno la competenza, le capacità del candidato, le sue motivazioni e l’entusiasmo. Cosa può dire a proposito riguardo le sue? 

La coerenza delle mie idee.

3 Nov 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»