Divampa incendio nella tendopoli di San Ferdinando, morto migrante di 18 anni

Il ragazzo stava dormendo al momento dell’incendio, sviluppatosi probabilmente da un fuoco acceso per riscaldarsi dal freddo.

Condividi l’articolo:

ROMA – Si chiamava Suruwa Jaithe aveva 18 anni ed era originario del Gambia il migrante morto questa notte in un rogo divampato in una baracca della tendopoli di San Ferdinando (RC). Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il ragazzo stava dormendo al momento dell’incendio, sviluppatosi probabilmente da un fuoco acceso per riscaldarsi dal freddo invernale della Piana di Gioia Tauro. Suruwa Jaithe è stato ospite di un centro di accoglienza nel reggino a Gioiosa Ionica. Il tragico episodio non è il primo che si verifica nell’area della cosiddetta ‘vecchia tendopoli’ di San Ferdinando, occupata da anni da centinaia di migranti, molti dei quali, impiegati come braccianti agricoli durante la raccolta degli agrumi. Nella foto – Suruwa Jaithe premiato dal sindaco di Gioiosa Jonica, Salvatore Fuda, al termine di un torneo di calcetto

Leggi anche:

2 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»