VIDEO | Scoperto e sequestrato arsenale di botti illegali nel napoletano

A Villaricca i militari hanno rinvenuti circa 2 quintali di materiale pirotecnico illecitamente detenuto in tre box auto di un condominio privato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Sono circa due i quintali di botti che i carabinieri hanno scoperto e sequestrato all’interno di garage in un condominio di Villarica, nel napoletano. In particolare sono stati rinvenuti 170 chili di ordigni esplosivi e artifizi pirotecnici detenuti illegalmente.

Al termine dell’operazione due le persone arrestate e tre quelle denunciate. A finire in manette Fabio Esposito, 35enne di Villaricca e Francesco Fioretti, 37enne di Qualiano, entrambi gia’ noti alle forze dell’ordine.

Durante la perquisizione, i militari hanno rinvenuto ben 434 ordigni artigianali e 761 fuochi di “libera vendita”, illecitamente detenuti in tre box auto posti al di sotto di un condominio privato.

Si tratta, si legge in una nota dell’Arma, di un vero e proprio arsenale stoccato in tre piccoli locali sotterranei composto da “rendini”, “cipolle”, “colpi di mortaio” e “batterie di fuochi”.

Tre le persone denunciate per aver concesso in uso ai due arrestati i locali come magazzino per il materiale esplodente la cui potenza avrebbe potuto mettere in serio pericolo la stabilita’ dell’intero condominio.

Esposito e Fioretti sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di giudizio. I fuochi sono stati campionati dai carabinieri del nucleo artificieri di Napoli e affidati ad una ditta specializzata per la distruzione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»