Rifiuti, la Lega a Bonaccini: “Dica no a Raggi, la Romagna ha già dato”

Secondo la Lega, il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini dovrebbe avere "il coraggio di dire 'no'" ai rifiuti di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini “abbia il coraggio di dire ‘no'” ai rifiuti di Roma, “e rispedisca al mittente le suppliche del sindaco della capitale Virginia Raggi”. Non solo perché “ognuno deve trattare il proprio pattume a casa propria”, ma anche perché la Romagna con i suoi tre termovalorizzatori (Ravenna, Coriano e Forlì) “ha già fatto abbastanza per sopperire all’incapacità altrui di gestire e programmare i processi di smaltimento”. La richiesta al governatore della Regione arriva dal segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, che prende posizione sulla richiesta di aiuto inviata dalla Regione Lazio, per smaltire parte dei rifiuti di Roma a rischio emergenza nel periodo delle festività. Tema sul quale Bonaccini si è preso un po’ di tempo per riflettere.

I proselitismi ambientalisti dei grillini si sono rivelati fumo negli occhi– rincara il leghista- Dopo tanta morale ci chiedono di bruciare la loro immondizia perché incapaci di governare un Comune che soffoca tra i cassonetti. Ma l’inefficienza dei pentastellati non può essere scontata sull’ambiente e la salute dei cittadini romagnoli che, loro malgrado, sono già costretti a convivere con tre inceneritori”.

LEGGI ANCHE:

I rifiuti di Roma in Emilia Romagna? Bonaccini prende tempo: “Stupito da arroganza di Raggi”

Rifiuti, Raggi risponde a Bonaccini: “Io arrogante? Gli saremo grati se ci aiuterà”

Rifiuti, Bonaccini ancora contro Raggi: “Non fanno nulla per risolvere problemi e pretendono aiuto”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»