Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

È morto Andrea Conti: il campione di handbike era in coma dopo un incidente

andrea conti handbike foto da facebook
Il ciclista, 51 anni, aveva avuto uno scontro frontale con un'auto qualche giorno fa mentre si allenava lungo la provinciale Bosco Chiesanuova-Cerro Veronese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Siamo sconvolti e addolorati per la tragica scomparsa di Andrea Conti. Non si può morire durante un allenamento, mentre si pratica sport. È inaccettabile. Il tema della sicurezza sulle strade e dei ciclisti non è più rinviabile e deve essere oggetto della massima attenzione”. Lo scrive su twitter il presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, commentando la morte del campione di handbike, vincitore di tre edizioni del Giro d’Italia.

Conti è scomparso in seguito a un incidente stradale avvenuto alcuni giorni fa, mentre si stava allenando lungo la provinciale Bosco Chiesanuova-Cerro Veronese in vista dell’ultima prova della Corsa Rosa ad Assisi: dopo lo scontro frontale con un’auto era stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Borgo Trento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»