Ragusa, violenta la compagna e la figlia della donna

Arrestato un nigeriano di 39 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Maltrattamenti e “ripetute” violenze sessuali ai danni della compagna e della figlia della donna. Con queste accuse la squadra mobile di Ragusa ha arrestato un nigeriano di 39 anni, colpito da una misura cautelare decisa dal gip del tribunale ibleo. Le indagini sono scattate dopo la denuncia della donna, che una settimana fa è finita in ospedale dopo una aggressione da parte del compagno: lì, assistita da una delle donne in servizio alla squadra mobile ragusana, ha trovato il coraggio di denunciare il compagno che aveva conosciuto in una struttura di accoglienza per richiedenti asilo. Dopo i primi tempi, la relazione si è trasformata in un incubo: la donna, secondo il racconto degli investigatori, era costretta ad avere rapporti sessuali quotidiani, e più volte al giorno, anche davanti ai propri figli. La polizia ha anche raccolto lo sfogo della figlia della donna, che in lacrime ha raccontato delle violenze sessuali subite dal compagno della madre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»