Calenda: “Pd irrecuperabile”. Zingaretti: “Ingeneroso, basta picconate”

Scontro tra Calenda e Zingaretti, con il primo che attacca: "Il Partito democratico non ha capito il messaggio del voto in Emilia-Romagna e Calabria"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dopo questo voto speravamo di recuperare il Pd ma temo che sia irrecuperabile. Il Partito democratico ha capito quel messaggio emiliano al contrario: dal giorno dopo i suoi leader stanno dicendo che nasce una nuova stagione di bipolarismo basato su Pd e M5S da una parte e da Lega, FI e e Fdi, dall’altra. Tradotto: populisti verso sovranisti. Tutto quello che è più lontano da ciò che serve a questo Paese”. Lo ha detto Carlo Calenda in un’intervista al ‘Corriere della Sera’.

E ancora: “Il governo è sempre più debole e la destra sempre più forte”. I democratici, ha detto ancora Calenda, “stanno certamente prendendo tutte le tematiche dei grillini. Loro sono più forti dei 5 Stelle, ma i 5 Stelle dettano l’agenda: dalla prescrizione al taglio dei parlamentari, dall’Ilva all’Alitalia, al reddito di cittadinanza. Stanno cercando di prendere voti al prezzo di diventare loro stessi grillini».

ZINGARETTI: INGENEROSO, ITALIANI STUFI DELLE PICCONATE

Sono i Cinque Stelle a dettare l’agenda al Pd, come dice Carlo Calenda? “Francamente mi sembrano giudizi un po’ ingenerosi. E lo dico per tre volte. Dire che il Pd non ha capito dopo che in Emilia e in Calabria si è confermato il primo partito, è ingeneroso. È ingeneroso. Gli italiani si sono stufati delle picconate. Gli italiani chiedono soluzioni alla politica.” Cosi’ Nicola Zingaretti ad Agora’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»