Covid, l’Ema frena sul vaccino AstraZeneca: improbabile l’autorizzazione entro gennaio

vaccino astrazeneca
L'Agenzia europea del farmaco ha bisogno di dati aggiuntivi sulla qualità dell'antidoto: “Non hanno ancora presentato domanda”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Alessio Pisanò

BRUXELLES – È improbabile che l’Agenzia europea del farmaco (Ema) autorizzi il vaccino della società AstraZeneca e dell’Università di Oxford a gennaio. Lo ha annunciato il vice direttore esecutivo dell’Ema Noël Wathion, in un’intervista al quotidiano belga Het Nieuwsblad. “Non hanno ancora presentato domanda”, ha detto Wathion, spiegando che l’Ema ha “bisogno di dati aggiuntivi sulla qualità del vaccino.”
“I dati che abbiamo al momento non sono sufficienti per concedere un’autorizzazione condizionata al vaccino AstraZeneca”, ha ribadito il vice direttore esecutivo dell’Ema.

LEGGI ANCHE: “Vaccino Pfizer-Biontech è sicuro”: ok da Ema e Commissione europea

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»