Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Sicilia è in arrivo un altro uragano ancora più forte

MALTEMPO SICILIA
Ad annunciarlo è il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A causa dell’emergenza climatica in atto “abbiamo uragani in Sicilia, non ne abbiamo mai avuti in passato”. L’uragano di ieri “a Catania ha causato molti danni, e un altro sta arrivando, che sarà peggio di quello di ieri ed è atteso per domani”. Fenomeni del genere fino a oggi “non se ne sono mai visti prima nel Mediterraneo” e quindi “non siamo equipaggiati per questo”. Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, lo dice ospite a ‘The Sound of Economics Live’ sul tema ‘Can COP26 save the planet?’ del think tank europeo Bruegel.

LEGGI ANCHE: Ritrovato il corpo della donna dispersa nel Catanese, è la terza vittima del maltempo in Sicilia

“LAVORARE SU PREDIZIONE E PREVISIONE”

Nella politiche per affrontare la crisi climatica dobbiamo quindi “superare la mitigazione e l’adattamento, dove diciamo ripariamo, passando alla predizione e alla previsione”, avverte Cingolani, perché con queste mutate condizioni meteo estreme “abbiamo idea di quanto ciò costerà nei prossimi anni?”. Quindi “dobbiamo prevedere” le conseguenze dei mutamenti climatici, auspica il ministro, perché “adattamento e mitigazione sono ora” mentre “la prevenzione è il futuro”, e “se saremo lenti, i problemi che si manifesteranno saranno peggiori di quelli che abbiamo già ora”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»