Rom, ‘Piano Raggi viola diritti’: flash mob in piazza Campidoglio

Protagonisti i ragazzi dell'associazione 21 luglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una finta Virginia Raggi sui gradoni della Scalinata dell’Arce Capitolina a piazza del Campidoglio intenta leggere il Piano rom, così come è stato presentato lo scorso 31 maggio 2017. A seguire, una seconda lettura, quella dell’elenco completo degli sgomberi degli insediamenti messi in atto da allora, a cui sono corrisposti altrettanti colpi di tamburo che precedevano la caduta di finti rom. Questi ultimi indossavano una maschera bianca, simbolo della “distruzione di identità”. Si è da poco concluso il flash mob dell’associazione 21 luglio ai piedi di Palazzo Senatorio, indetto per chiedere “l’immediata sospensione del Piano rom della Giunta Raggi, che sta portando alla sistematica violazione dei diritti umani“, di cui quello relativo al Camping River “è solo l’ultimo dei gravissimi casi”.

“Da quando si è insediato questo Governo- ha aggiunto il presidente dell’associazione, Carlo Stasolla- e con questo ministro degli interni ormai è diventato lecito violare i diritti di famiglie, donne e bambini. Lo scenario è ormai preoccupante”. Il flash mob si è quindi concluso con i manifestanti che, uno ad uno, da terra, si sono rialzati per andare a comporre la scritta ‘Il Piano rom viola i diritti’. Un enorme ‘striscione umano’ che dalla scalinata si è spostato sotto la Lupa capitolina.








Ti potrebbe interessare:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»