Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Zampa: “A Natale resterà sicuramente il coprifuoco alle 22”

Riguardo alle scuole, la sottosegretaria alla Salute dichiara: "Sono la priorità delle priorità, proprio per questo non si possono fare aperture simboliche"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “A Natale resterà sicuramente il coprifuoco delle ore 22”. Lo dichiara Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, su Rai Radio1 all’interno di Radio anch’io condotto da Giorgio Zanchini.

 ZAMPA: “LA SCUOLA È UNA PRIORITÀ, NON SI POSSONO FARE APERTURE SIMBOLICHE”

“La scuola è la priorità delle priorità, proprio per questo non si possono fare aperture simboliche ma bisogna essere preparati. Non sono tanto i contagi in classe, ma tutto quello che si muove intorno alla scuola. Serve un piano di sicurezza. Si deve studiare poi un piano per far recuperare ai ragazzi quello che hanno perso fino ad ora, quindi prolungamento della scuola con vacanze più brevi”, aggiunge la sottosegretaria alla Salute. Poi sulla montagna e sull’ipotesi di sciare oltreconfine: “Gli italiani devono pensare che se vanno in zone che noi consideriamo rischio, devono fare quarantena e tampone. Io credo che sia giusto dire che noi non possiamo andare a sciare”.

LEGGI ANCHE: Covid, la commissione Ue: “Sulle piste da sci decidono gli Stati”

Nuovo Dpcm, Regioni: “No a riapertura delle scuole a dicembre”. Piste da sci restano chiuse e possibile Messa di Natale due ore prima

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»