hamburger menu

L’Antitrust contro Samsung: “Condotte ingannevoli e aggressive”

Sotto la lente dell'Autorità sono finite le promozioni con cui si offre la possibilità di cedere a prezzi vantaggiosi il vecchio telefonino in caso di acquisto di uno nuovo

antitrust
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Attraverso una nota, L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comunicato di aver “avviato un procedimento istruttorio nei confronti delle imprese Samsung Electronics Italia S.p.A., Opia Ltd e World Business S.r.l. per presunte condotte ingannevoli e aggressive”. Sotto la lente dell’Autorità sono finite le promozioni con cui si offre la possibilità di cedere a prezzi vantaggiosi il vecchio telefonino in caso di acquisto di uno nuovo. Secondo l’Antitrust, però, “mancherebbe un’adeguata e chiara informazione tanto che il consumatore non sarebbe in grado di capire che si tratta di un articolato processo di vendita del prodotto usato e che quella indicata rappresenta solo una stima di massima”.

LE ISPEZIONI DELLA FINANZA

Inoltre, l’Antitrust “valuterà il modo in cui viene rivenduto il prodotto usato: il consumatore infatti non conosce il prezzo di cessione ed è un soggetto terzo, ovvero l’acquirente, che decide lo stato d’uso e il prezzo stesso”. Ieri i funzionari dell’Autorità hanno svolto ispezioni nelle sedi delle società interessate con l’ausilio del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

LEGGI ANCHE: Antitrust sanziona Iliad per 1,2 milioni di euro: “Pratiche commerciali ingannevoli”



Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-27T12:08:09+02:00