Cambia la modalità per il conteggio dei contagi da coronavirus: sono 282 quelli confermati dall’Iss

I tamponi effettuati dalle regioni dovranno essere confermati dall'Istituto superiore di sanità prima di poter essere inclusi nell'elenco dei contagiati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cambiano le modalità per il conteggio dei casi da coronavirus in Italia. Per accertare i casi positivi, infatti, non basterà più la positività del tampone ma sarà necessaria la conferma da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. Alla mezzanotte di ieri, quindi, i casi accertati dall’Iss erano 282, un dato inferiore a quello registrato attraverso i singoli tamponi dalle regioni, che questa mattina ha raggiunto il numero di 528 casi positivi.

“Si sta lavorando affinche’ in Italia vengano comunicati per il Coronavirus solo i casi clinicamente evidenti, di pazienti in rianimazione e di morti, esattamente come avviene negli altri Paesi del mondo”. Lo ha annunciato il direttore scientifico dell’Istituto per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, oggi a Roma in occasione di una conferenza stampa sul Coronavirus organizzata nella sede dell’Associazione Stampa Estera. A partecipare anche il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il direttore generale dello Spallanzani, Marta Branca.

“I positivi e i tamponi fatti per qualsiasi altro motivo- ha aggiunto- andranno in una lista separata, come e’ stato fatto per il Giappone. Questo e’ estremamente importante per la definizione della situazione epidemiologica“.

BORRELLI: PER LE REGIONI 528 CASI POSITIVI E 14 MORTI, ASPETTIAMO CONFERMA ISS

“Secondo i tamponi effettuati dalle regioni, sono 528 i casi positivi da coronavirus in Italia. I tamponi positivi inviati dalle Regioni all’Iss e tutti sono stati confermati dall’Istituto alla mezzanotte di ieri sono 282”. Lo dice il Capo della Protezione civile e Commissario per l’emergenza, Angelo Borrelli, in conferenza sul coronavirus.

“Il dato complessivo e’ di 14 deceduti, ma stiamo aspettando gli esiti Iss per avere un accertamento ufficiale”, aggiunge Borrelli

“Una buona notizia. Dalla regione Lombardia e’ arrivata la notizia di 37 persone guarite”, prosegue il capo della Protezione civile.

Sui contagiati da coronavirus in Italia sono stati registrati “305 casi in Lombardia, 98 in Veneto, 97 in Emilia Romagna, 11 in Liguria, 3 nel Lazio e in Sicilia (con due guariti), 2 in Toscana, Campania, Piemonte, 1 nella provincia autonoma Bolzano e Abruzzo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»