Slovacchia, pista ‘ndrangheta per il giornalista ucciso Jan Kuciak

I media slovacchi scrivono che il cronista stava indagando sui rapporti tra esponenti di spicco e la 'ndrangheta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Jan Kuciak, il giornalista slovacco assassinato nel fine-settimana, stava indagando su legami tra dirigenti di spicco del suo Paese e la ‘ndrangheta italiana: lo riferisce ‘Aktuality.sk’, il portale di informazione per il quale il reporter lavorava. Nella homepage del sito, in apertura, e’ pubblicata una foto con il logo dei Carabinieri. Secondo ‘Aktuality.sk’, Kuciak indagava su persone arrivate in Slovacchia dalla Calabria che avrebbero gestito fondi europei d’intesa con personalità di primo piano a livello nazionale, come Maria Troskova, consigliere del primo ministro Robert Fico.

La ricostruzione è stata pubblicata a Bratislava anche da altre testate, come lo ‘Slovak Spectator’.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»