Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Harry Potter e il prigioniero di Azkaban’, le curiosità sul film

Il terzo capitolo della saga in onda in prima serata su Canale 5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Prosegue su Canale 5 la maratona dedicata al mago nato dalla penna di J.K.Rowling. Stasera, giovedì 26 novembre, andrà in onda un capitolo memorabile della saga: il terzo, quello nel quale compare uno dei personaggi più amati dai potterhead, Sirius Black, e in cui l’atmosfera si fa decisamente dark. Parliamo di ‘Harry Potter e il prigioniero di Azkaban’, e a vestire i panni di quello che sembrerebbe essere un pericoloso assassino è nientemeno che il premio Oscar Gary Oldman.

LEGGI ANCHE: Harry Potter compie 19 anni, il 14 novembre la reunion on line: ecco come partecipare

Con Harry Potter si impara a lavorare a maglia

FOTO | VIDEO | L’intera saga di Harry Potter per la prima volta in un unico cofanetto

TRAMA

Harry è di nuovo costretto a passare le vacanze estive nella case degli zii Dursley. I giorni trascorrono sempre uguali mentre il piccolo mago tenta in continuazione di evitare lo scontro con i parenti, fin quando involontariamente finisce per “gonfiare” la sorella dello zio Vernon.

Scappato dall’abitazione dei Dursley, teme di essere espulso dalla scuola, poiché agli studenti di Hogwarts è vietato fare incantesimi fuori dall’istituto fino al compimento del diciassettesimo anno d’età. Fortunatamente ciò non avviene e Harry riesce a tornare sui banchi insieme ai suoi amici Hermione e Ron, scoprendo l’evasione dalla prigione di Azkaban di un pericoloso criminale di nome Sirius Black. Convinto che quest’ultimo sia stato l’uomo che ha tradito i suoi genitori, indicando a Voldemort dove trovarli, Harry pensa che Sirius gli stia dando la caccia. In questa nuova avventura il piccolo mago dovrà vedersela con i Dissennatori, creature che si nutrono della infelicità delle persone, conoscerà nuove creature magiche (l’ippogrifo Fierobecco) e nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, Remus Lupin, mentre cercherà di scoprire la verità sul prigioniero di Azkaban.

CURIOSITÀ

A dirigere il terzo capitolo della saga per la prima volta non c’è Chris Colombus, bensì Alfonso Cuaròn. Il regista, che inizialmente avrebbe dovuto firmare tutte e sette le pellicole, cambiò idea per dedicare più tempo alla sua famiglia. Nel terzo film collaborò in qualità di produttore.

In ‘Harry Potter e il prigioniero di Azkaban’ a cambiare è anche l’interprete di uno dei protagonisti delle avventure di Harry Potter, Albus Silente. Nei panni del preside di Hogwarts, al posto del defunto Richard Harris, arriva Michael Gambon, dopo che Ian Mckellen, straordinario Gandal ne ‘Il signore degli anelli’, rifiutò di vestire i panni di un altro mago. In questo capitolo compare per la prima volta anche Gary Oldman, che stabilì sul set un bellissimo rapporto con Daniel Radcliffe. Entrambi condividono l’amore per la musica e l’interprete di Harry Potter ha raccontato che, proprio durante le riprese del terzo film della saga, Oldman gli diede lezioni di basso, insegnandogli a suonare ‘Come together now’ dei Beatles. Altra curiosità in tema musicale è il cameo di Ian Brown, cantante degli Stone Roses, che compare in una scena in cui, seduto al Paiolo magico è intento a leggere il libro ‘Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo’ di Stephen Hawking.,

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»