hamburger menu

Manovra, Italia viva all’attacco: “È diventato il centrodestra delle tasse”. E sulle pensioni “peggio di Fornero”

Matteo Renzi all'attacco: "Con questa legge di Bilancio permetteranno all’Agenzia delle Entrate di prelevare direttamente dai nostri conti correnti. Più che Giorgetti mi pare Visco"

Pubblicato:26-10-2023 12:22
Ultimo aggiornamento:26-10-2023 12:22
Canale: Politica
Autore:
renzi meloni
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “È incredibile come il Governo di centrodestra abbia disseminato di tasse e balzelli vari la legge di bilancio. Per colpa del Governo nel 2024 aumenteranno il latte in polvere per i bambini, i passeggini, gli assorbenti, la cedolare secca“. Lo scrive il leader Iv Matteo Renzi nella sua Enews.
“Sulle pensioni Salvini si è rimangiato tutte le (ingiuste) accuse alla Fornero- aggiunge Renzi-. Se a questo si somma che nel 2023 avevano già aumentato la benzina e le sigarette ci rendiamo conto che questo centrodestra ha cambiato pelle ed è diventato il centrodestra delle tasse. E con questa legge di Bilancio permetteranno all’Agenzia delle Entrate di prelevare direttamente dai nostri conti correnti: una scelta che a mio giudizio lede profondamente il diritto del contribuente di difendersi dallo Stato. Io lo avevo detto qualche settimana fa e mi avevano detto che non era vero. Ma invece guardate qui e ditemi voi”.
“La Destra aumenta le tasse, dà accesso ai conti correnti, torna indietro sulle pensioni: più che Giorgetti sembra Vincenzo Visco. Si vede che, purtroppo, Silvio Berlusconi non c’è più”, conclude.

BOSCHI (IV): “SU TASSE E PENSIONI HANNO TRADITO ELETTORI”

“Tutti i partiti del centrodestra in campagna elettorale hanno detto che avrebbe azzerato le tasse e fatto miracoli sulle pensioni. Una volta al governo hanno cambiato idea su tutto: dall’euro, alle trivelle, alle accise sulla benzina, alle pensioni. Hanno preso con l’elettorato impegni che non stanno mantenendo”. Così la deputata di Italia Viva Maria Elena Boschi ad Agorà.

“LE PENSIONI PEGGIORATE OGNI ANNO”

“Dall’arrivo di Meloni le pensioni stanno cambiando di anno in anno: Opzione donna è stata modificata l’anno scorso e quest’anno è ancora peggiorata perché hanno alzato l’età minima per accedervi e ristretto i requisiti, lo stesso vale per quota 100: 103 nel 2022 e quest’anno diventa 104. Dopo aver massacrato la Fornero oggi fanno peggio. Forse Salvini, dopo aver detto che se non avesse abolito la riforma Fornero i cittadini avrebbero avuto il diritto di spernacchiarlo, oggi dovrebbe chiedere scusa”, conclude.

“È il governo delle tasse. Sono aumentate le tasse su assorbenti, pannolini, latte in polvere, sugli affitti, sulle sigarette e sulla benzina, su cui però l’aumento c’era già stato nella scorsa legge di bilancio. Tasse che colpiscono la vita quotidiana delle persone. Poi, ciliegina sulla torta, mettono le mani sui conti correnti, prendono i soldi e poi si vedrà se l’agenzia aveva torto a ragione”. Così la deputata di Italia Viva Maria Elena Boschi ad Agorà, che spiega: “È una manovra sbagliata, che sarà pagata a caro prezzo dalle famiglie e in particolare dalle donne. E non lo diciamo solo noi, che con i governi Renzi e Gentiloni le tasse le abbiamo tagliate, ma lo dicono gli stessi partiti della maggioranza sia sul tema tasse che su quello delle pensioni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-10-26T12:22:44+01:00