Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Roma riaprono i club, guida ai luoghi in cui si suona dal vivo

ellington club
Dal jazz al cantautorato, dalla musica elettronica all'underground, ecco dove potete trovare la serata che fa per voi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A Roma torna la musica dal vivo. Dal jazz al cantautorato, dalla musica elettronica all’underground, fino ai nuovi linguaggi sperimentali: ecco una breve guida – in ordine alfabetico – dedicata ai luoghi della Capitale.

ALCAZAR


Quello che era un antichissimo cinema nel cuore di Trastevere è diventato uno spazio culturale con musica, teatro, arte, proiezioni d’essai e una hostaria. Aperto dal 2017 in via Cardinale Merry del Val ospita spesso voci e volti della scena funk & soul ma anche cantautori e dj set.


ALEXANDERPLATZ


Lo storico tempio romano del jazz da sempre in mano alla famiglia Rubei, riapre la porta di via Ostia 9. Con cocktail bar e ristorante, il club dal 1982 porta in scena tutte le sere jazzisti della scena romana, italiana e internazionale. Zona Prati.

alexander platz


CONTAINER


A San Lorenzo, nei locali che prima ospitavano la Sovieta per la lavorazione dell’alluminio, sorge ora il micro birrificio ‘Container’. Mattoncini a vista, grandi vetrate e lucernari richiamano alla passata attività di quelle mura. Lo spazio di 450 metri quadri con un cortile esterno e’ nato nel settembre 2020 anche con la vocazione di voler diventare un punto di riferimento a Roma per la musica dal vivo. Aperto dal martedì alla domenica, Container è in via degli Etruschi, 5.


DRAM


Dal 31 gennaio 2020 un barcone del 1901 sul Tevere è diventato un club dalle luci soffuse con divani Chesterfield e un ambiente che ricorda i whisky bar anni Cinquanta. Aperto tutti i giorni il Dram porta in scena il jazz dal vivo con musicisti nazionali e internazionali; a tavola invece le proposte culinarie sono per lo più ‘sushi fusion’ ma anche italiane a base di pesce. Al bar sono ben centosessanta le etichette di whisky provenienti da tutto il mondo. Il Dram è sotto ponte Regina Margherita su Lungotevere Arnaldo da Brescia.


ELLINGTON CLUB


Un salotto d’altri tempi al Pigneto con un’atmosfera dal sapore bohemienne. I padroni di casa sono Alessandro Casella (nome storico di quello che fu il Micca Club) e Vera Dragone, cantante, attrice e ballerina di burlesque. Dopo pochi mesi dall’inaugurazione, era il 2019, è arrivato lo stop per la pandemia. Finalmente a settembre 2021 il club ha riaperto con un calendario di eventi che spaziano dal jazz allo swing fino al burlesque e alla stand-up comedy. Lo spazio di 250 mq ha due postazioni mixology, un ristorante e un bar internazionale. L’Ellington Club è in via Anassimandro 15.


ETOILE 23


Quello che era lo Zanussi rinasce con il nome di Etoile 23. Lo storico locale nel quartiere San Giovanni, ha inaugurato il 22 ottobre come live club, discoteca, cocktail bar e bistrot. Per ora attivo dal giovedì al sabato, con un’apertura straordinaria per Halloween e presto con una programmazione domenicale, il live club opsiterà tutti i generi di musica live: dal jazz al cantaurato fino al funk e al soul. In questo tempo frammentato, organizzatori, direttori artistici, musicisti, performer si sono uniti per dar vita a un progetto condiviso. L’Etoile 23 è in Piazza Tarquinia, 5.


FANFULLA


Con qualche trasloco lungo via Fanfulla da Lodi, al Pigneto, questo circolo Arci resiste dal lontano 2007. Da allora il tempio della cultura underground a Roma, la musica suona tutti i giorni dalle 22:00 alle 3:00 del mattino.


GREGORY’S JAZZ CLUB


Dal 1996 il Gregory’s è uno storico punto di riferimento del jazz a Roma. Si trova a Trinità dei Monti, in via Gregoriana, e da oltre 25 anni ospita grandi star del jazz provenienti da tutto il mondo. Nel club dal perfetto stile newyorkese risuonano celebri standard composti tra gli anni ’20 e gli anni ’60. Dal martedì alla domenica sono tante le jam session dove svariati musicisti si alternano sul palco.


KLANG


Dal 2018 questo club di ispirazione berlinese, in via Stefano Colonna al Pigneto, propone cibo, musica e drink. Due le sale del locale, una per la ristorazione con burger, jacked potatoes, fritti e mini pizze e l’altra dedicata allo spettacolo. La direzione artistica e’ curata dal fondatore Cristiano Latini e da Lorenzo Corsetti. La musica – per lo più progetti di elettronica sperimentale – suona dal mercoledì alla domenica.


L’ASINO CHE VOLA


Club storico per la musica dal vivo a Roma, all’Asino che vola da sempre sono in scena le nuove voci del cantautorato emergente romano e nazionale. Con la riapertura sono in programma artisti del calibro di Pierdavide Carone, Maldestro, Ilaria Porceddu*, *Renzo Rubino ma anche il Duo Bucolico. Aperto dal martedì alla domenica, L’Asino che Vola è in via Antonio Coppi 12D, zona Appio Latino.


LA CONVENTICOLA DEGLI ULTRAMODERNI


Club, atelier di costumeria, scuola di varietà, burlesque e sartoria, La Conventicola degli Ultramoderni nasce nel 2016 dagli sforzi e dall’utopia di Maria Fernanda De Freitas e Mirkaccio Dettori. L’obiettivo dei due soci era ed e’ quello di dare un nuovo impulso al linguaggio del varietà e alla scena nata intorno al rilancio del Burlesque. Ballerine, fantasisti, cantanti e illusionisti calcano il palco dalle 21:30 alle 4:00 del mattino. Il primo appuntamento dalle dieci a mezzanotte passata è ‘ULTRAvarietà’, uno spettacolo in due tempi con il cast della serata e musica dal vivo. Dopo mezzanotte prende invece il via ‘ULTRAnotte’ con musica e spettacoli a rotazione fino all’orario di chiusura. La resident band è l’ULTRAcomplessino, il cui nome riporta ai night romani degli anni Cinquanta. L’atmosfera è quella di un locale notturno d’antan, tra Kabarett, Tabarin e tipico night club romano della dolce vita. Avanspettacolo, Cafè Chantant, Rivista e Vaudeville vivono qui come in un continuum senza tempo. La Conventicola degli Ultramoderni è in via di Porta Labicana, 32.


LARGO VENUE


In via Biordo Michelotti, sulla Prenestina, ha preso vita ormai diversi anni fa un progetto di riqualificazione urbana, uno spazio strappato al degrado e recuperato attraverso la creativita’, il verde, la coesione sociale e la cultura. In programma concerti di band emergenti e musicisti affermati, dj set, eventi, festival, cinema, market, cibo, drink e relax in giardino.


LE MURA


Ha riaperto con una nuova gestione anche lo storico club in via di Porta Labicana, nel quartiere San Lorenzo. Musica live 7 giorni su 7 con le voci del cantautorato indipendente. E poi qualche metro piu’ avanti nuova apertura – in collaborazione con La Galleria delle Arti – de’ Le Mura Underground, uno spazio dedicato alla stand-up comedy. L’ingresso è riservato ai soci dell’associazione culturale Byron Bay.


LIAN


Il barcone ormeggiato sul Tevere all’altezza di Ponte Cavour è uno spazio galleggiante con ristorante, cocktail bar e un palco per la musica live. C’è anche una terrazza con un suggestivo mulino che affaccia sull’Ara Pacis, dove un secondo palco suona la domenica a pranzo. Aperto dal martedi’ alla domenica, il Lian Club propone aperitivi, brunch e dopo cena con molti artisti della scena del cantautorato romano e non solo.


MONK


Tra i centri culturali più attivi della capitale nel quartiere Casalbertone/Portonaccio, il Monk nasce là dove tra il 1995 e il 2007 viveva La Palma Club. Riqualificato dall’Associazione di Promozione Sociale C’MON! nel 2014, il Monk ha riaperto come spazio polifunzionale aperto a diversi progetti culturali. Giardino, sala concerti, osteria e street food vivono anche di giorno grazie alle postazioni per il coworking e ai weekend family friendly. Il palco ospita da sempre band e cantanti nazionali e internazionali, dando spazio a qualsiasi genere e cultura musicale: dall’underground ai progetti d’autore, dal blues al soul e all’elettronica fino al jazz. In calendario anche appuntamenti con il teatro, la stand-up comedy, le presentazioni di libri e le rassegne dedicate a scienza e filosofia.


TRENTA FORMICHE


Il circolo Arci di via del Mandrione ospita dal 2010 band emergenti e artisti indipendenti lontani dal circuito mainstream, con l’obiettivo di far crescere la musica underground nazionale e internazionale. Lo spirito del locale accoglie e predilige progetti sperimentali e d’avanguardia favorendo la nascita di nuovi linguaggi artistici. Nel circolo c’è anche una scuola di musica e sono in programma proiezioni di film d’autore indipendenti e mostre di illustratori e fotografi locali.


WISHLIST


Dal 2 ottobre ha riaperto per il momento dal venerdì alla domenica anche il Wishlist. Il club in via dei Volsci a San Lorenzo da’ spazio – ormai dal 2014 – a musica originale e progetti indipendenti. L’ingresso, a pagamento, varia a seconda della band sul palco. Nuova apertura invece dal giugno 2020 per il Wishlist Cafè al Pigneto. Nel bistrot in via Gentile da Mogliano è possibile imbattersi anche in live acustici.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»