Coronavirus, 17.012 nuovi positivi su 124.686 tamponi. 141 i decessi, +76 le terapie intensive

Continua la crescita delle terapie intensive: sono 1284 i posti letto occupati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Sono 17.012 i nuovi positivi di oggi rilevati sulla base di 124.686 tamponi, 37mila in meno di ieri quando i positivi erano 21.273. Sono 141 i decessi (ieri 128) mentre le terapie intensive aumentano di 76 unità, per un totale di 1284 posti letto occupati. Questi i dati del 26 ottobre pubblicati dal ministero della Salute.

1.146 CASI E 3 MORTI IN EMILIA-R, POSITIVI OLTRE 15.000

Altri 1.146 nuovi casi di Covid in Emilia-Romagna (668 gli asintomatici) su un totale di 12.083 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Sono invece tre i decessi, una donna di 95 anni in provincia di Parma, due uomini in provincia di Modena (78 e 84 anni) che portano il totale dei decessi dall’inizio della pandemia a 4.564 in regione.

Salgono ancora i ricoverati in terapia intensiva: sono 93 (+5 rispetto a ieri), mentre quelli in altri reparti Covid salgono a 816 (+59). I ricoveri in terapia intensiva sono sette a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 13 a Parma (+1), cinque a Reggio Emilia (+1), sei a Modena (-1), 39 a Bologna (+3), due a Imola (invariato rispetto a ieri), cinque a Ferrara (invariato), quattro a Ravenna (invariato), tre a Forli’ (+1), due a Cesena (invariato) e sette a Rimini (-1).

I casi attivi salgono a 15.769 (944 in piu’ di quelli registrati ieri), ci sono 199 guariti in piu’. Solo 222 persone tra i nuovi positivi erano gia’ in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone. Mentre 302 persone sono state individuate nell’ambito di focolai gia’ noti.

L’eta’ media dei nuovi positivi di oggi e’ 43,2 anni. Sui 668 asintomatici, 318 sono stati individuati grazie all’attivita’ di contact tracing, 40 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, nove per screening sierologico, 12 con i test pre-ricovero. Per 289 casi e’ ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La provincia con piu’ contagi e’ quella di Bologna (267), a seguire Reggio Emilia e Modena (entrambe con 151 nuovi casi), Piacenza (121), Parma (105), Rimini (106) e Ravenna (87). Poi la provincia di Ferrara (58), quindi Forli’ (43), Cesena (38) e il circondario imolese (19).

PUGLIA, 424 NUOVI CASI DI CONTAGIO E 10 DECESSI

Sono 424 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati in Puglia su 3.057 test processati. E sono dieci le morti causate dal virus: nove in provincia di Bari e uno nella Bat. I dati sono contenuti nel report diffuso dalla task force regionale che si occupa della emergenza sanitaria.

198 dei nuovi casi sono stati accertati in provincia di Bari, 30 in quella di Brindisi, 42 nella Bat, 109 in provincia di Foggia, 28 in Salento, 16 in provincia di Taranto mentre altri due sono residenti fuori regione. Un caso, inoltre, riguarda una persona di cui non era nota la residenza che e’ stato attribuito e riclassificato. I casi di attuali positivi sono 8.279: 648 sono i ricoverati.

IN SARDEGNA 231 NUOVI CASI SU 2.376 TEST, UN DECESSO

Numeri covid ancora alti in Sardegna. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale si registrano 231 nuovi casi, 156 rilevati attraverso attivita’ di screening e 75 da sospetto diagnostico. Si conta un decesso, un uomo di 85 residente nel Sud Sardegna.

Dall’inizio dell’emergenza sono 7.990 i casi di positivita’ al coronavirus complessivamente accertati nell’isola, le vittime sono in tutto 192. Finora sono stati eseguiti 250.901 tamponi con un incremento di 2.376 test. Sono invece 303 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+4 rispetto al dato di ieri), mentre e’ di 35 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 4.584. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.843 (+64) pazienti guariti, piu’ altri 35 guariti clinicamente.

Sul territorio, dei 7.990 casi positivi complessivamente accertati, 1.463 (+45) sono stati rilevati nella Citta’ Metropolitana di Cagliari, 1.246 (+24) nel Sud Sardegna, 655 (+3) a Oristano, 1.133 (+32) a Nuoro, 3.493 (+127) a Sassari.

ABRUZZO, 10 DECESSI E 348 CONTAGI (190 A L’AQUILA)

Dieci decessi e altri 348 contagiati. Si conferma difficile la seconda ondata di Covid-19 in Abruzzo, come emerge dal bollettino quotidiano diffuso dall’assessorato regionale alla Sanita’. Con i 10 decessi di oggi il totale delle persone che hanno perso la vita a seguito del contagio, sale a quota 514. Nel triste bollettino entrano persone comprese tra i 66 e 93 anni: 3 quelle residenti in provincia de L’Aquila, 2 sono della provincia di Chieti, una della provincia di Pescara e una della provincia di Teramo.

Sul fronte contagi i 384 casi di oggi (su 3.204 tamponi eseguiti), abbracciano un range di eta’ che va dai 3 mesi ai 96 anni e porta il totale dei casi, da inizio emergenza, a 8.414 (il totale risulta inferiore di 2 unita’, perche’ sono stati sottratti casi risultati duplicati o in carico ad altra Regione). Sono 149 quelli che nel bollettino di oggi fanno riferimento a tracciamenti di focolai gia’ noti. I positivi con eta’ inferiore ai 19 anni sono 53: 22 in provincia dell’Aquila, 8 in provincia di Pescara, 7 in provincia di Chieti e 15 in provincia di Teramo. Nel numero totale dei casi positivi sono compresi anche 3537 dimessi/guariti (+68 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 4363 (+278 rispetto a ieri). Invariato il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (16); sono invece 228 (+20) quelli ricoverati in ospedale; in isolamento domiciliare si trovano 3.285 persone (+133). Del totale dei casi positivi, 2215 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+190 rispetto a ieri), 1647 in provincia di Chieti (+66), 2493 in provincia di Pescara (+42), 1927 in provincia di Teramo (+74), 56 fuori regione (invariato) e 76 (-26) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 270057.

BASILICATA, 93 POSITIVI TRA IL 24 E IL 25 OTTOBRE

Sono 93 i tamponi risultati positivi al Covid-19 sui 1.315 processati nei giorni di sabato 24 e domenica 25 ottobre in Basilicata. Lo rende noto la task force della Regione. Otto riguardano residenti in Puglia dove si trovano in isolamento e uno e’ residente in Veneto ma in isolamento a Palazzo San Gervasio. Degli 84 lucani, 15 sono di Potenza – il comune che registra maggiori positivita’ con 224 contagi in tutto – seguito da Genzano (8), Maratea (6), Matera (6), Lauria (5) e i restanti distribuiti sul territorio a macchia di Leopardo. La citta’ dei Sassi ha un totale di 210 contagi. Negli stessi giorni sono guarite 22 persone. I lucani attualmente positivi sono 900, di cui 828 in isolamento domiciliare.

Dall’inizio dell’emergenza si registrano 44 decessi, 572 guariti e 96.556 tamponi analizzati, di cui 94.668 negativi. Sono 72 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane, di cui 7 in terapia intensiva (3 a Potenza e 4 a Matera). All’ospedale San Carlo di Potenza 22 persone sono ricoverate nel reparto di malattie infettive, 20 in pneumologia, 2 in medicina d’urgenza; al Madonna delle Grazie di Matera 18 persone si trovano nel reparto di malattie infettive, 3 in pneumologia.

MARCHE, 26 RICOVERI IN PIÙ NELLE ULTIME 24 ORE

Altri 26 ricoveri in piu’ nelle Marche di cui sette in aree semi intensive. L’aggiornamento del servizio Sanita’ della Regione rileva 11.678 casi positivi al Coronavirus da inizio emergenza (+238) di cui 6.752 dimessi/guariti (+41), 3.669 in isolamento domiciliare (+170) e 253 ricoverati (+26). Tra quest’ultimi restano 26 i ricoveri in terapia intensiva: 16 al Torrette di Ancona di cui uno nell’ospedale pediatrico Salesi (+1), cinque all’ospedale di San Benedetto e cinque a Pesaro Marche Nord (-1).

Salgono a 40 i pazienti in aree semi intensive di cui 18 a Marche Nord (+4), 10 al Torrette (+1), quattro a Macerata (+2) e sei a San Benedetto del Tronto, mentre i ricoveri in reparti non intensivi sono 187 (49 al Torrette, 19 a Marche Nord, 16 all’Inrca, due a Senigallia, 22 a Jesi, 29 a Fermo, sette a Civitanova Marche, 19 ad Ascoli Piceno, 23 a Macerata e uno a Fabriano). A

d oggi il totale dei positivi (ricoverati piu’ isolamenti) e’ pari a 3.922, 196 in piu’ rispetto a ieri. Sono 54 i casi ospitati in Rsa perche’ non necessitano piu’ di ospedalizzazione: 48 a Campofilone di Fermo, due a Chiaravalle e quattro a Galantara di Pesaro.

Dei 238 nuovi casi odierni, invece, 25 sono stati registrati in provincia di Macerata dove i contagi salgono a 2.197, 150 ad Ancona (3.132), 19 a Pesaro Urbino (3.496), 15 a Fermo (1.109), 18 ad Ascoli Piceno (1.353) e 11 fuori regione (391). Infine si registra un’impennata di casi/contatti in isolamento domiciliare che oggi salgono a 7.821 (+578) di cui 6.591 asintomatici e 1.230 sintomatici: 2.847 in provincia di Ancona (+287), 1.499 a Pesaro Urbino (+57), 1.781 a Macerata (+155), 773 a Fermo (+51) e 870 ad Ascoli Piceno (+28).

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

26 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»