Bonomi (Confindustria): “No trasparenza dal governo, italiani perdono fiducia”

"Nella fase 1 c'era più trasparenza e la gente aveva senso civico. Ora faccio fatica a capire in che direzione va il governo, in questo dpcm nessuno è stato coinvolto"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Faccio fatica a capire in che direzione va il Governo. L’italiano durante la prima fase ha mostrato grande senso civico perchè c’era più trasparenza e si sapeva cosa stesse accadendo, poi non è stato più così”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi durante la trasmissione ‘Mezz’ora in più’ su Rai3.

“Credo che quello dei ristori sia un tema importante ma anche qui manca la trasparenza: ci sono persone che da maggio aspettano la cassa integrazione ed è su questo che gli italiani perdono la fiducia. Siamo in una situazione in cui ancora si discute se prendere il mes o no, e questo non si può più ascoltare“.

“NESSUNO È STATO COINVOLTO NEL DPCM”

“Penso che il Governo debba ascoltare di più le parti sociali. Nessuno è stato coinvolto in questo dpcm e nessuno ha potuto contribuire e aiutare il Governo, è necessario cambiare il metodo”, dice ancora Bonomi .

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»